Fiesole, piazza Mino, mattina. Sotto gli sguardi stupiti e divertiti di passanti, trattori con rimorchi scaricano cassette ricche di grappoli dai chicchi belli gonfi sulla terrazza della nuova cantina di Bibi Graetz dove una decina di operai si allineano indaffarati ai lati di due nastri trasportatori. Due, certo: la scelta deve essere minuziosa, si lasciano solo i chicchi “buoni”. Il passaggio successivo è alla macchina che diraspa ma qualche piccolo tralcio di vegetale resta e va tolto. A mano, sul nastro. Niente si lascia al caso. Non per nulla, su questi nastri prende avvio il processo che porterà alla nascita di due vini “top”: il Testamatta e il Colore, i pluripremiati rossi della Maison Bibi Graetz.

L’arrivo dell’uva

Nonostante le difficoltà di questo periodo dovute all’emergenza sanitaria, il “sogno bordolese”, il progetto dello “Chateau in città” ha preso vita già l’anno scorso. Il dinamico vigneron e artista Bibi Graetz ha trasferito in una storica residenza cittadina la propria cantina dove nascono due grandi cru, eccellenze dell’intera enologia toscana, appunto il Testamatta e il Colore. Al Castello di Vincigliata, storica residenza della famiglia Graetz, restano la campagna e le vigne da dove, con un viaggio brevissimo – in linea d’aria la distanza è di appena 1 km, al di là del cocuzzolo di Monte Ceceri – arrivano le uve: qui, allo Chateau urbano. Un concept nuovissimo per la Toscana e per l’Italia, appunto sullo stile delle grandi maison francesi. Tutto in un luogo, la dimora di famiglia e là sotto le cantine di vinificazione e la barricaia, con gli uffici e la logistica in piazza Mino. Ai piani superiori nascerà una foresteria per gli ospiti dell’azienda. Gli spazi dell’ex Blu Bar saranno organizzati e attrezzati per l’accoglienza di enoturisti e appassionati in vena di particolari wine experiences. Non manca la sala degustazioni e la terrazza panoramiche su Firenze per i clienti esclusivi.

La selezione delle uve

“Fiesole – spiegava 3 anni fa Bibi Graetz – è il luogo dove il mio sogno sul vino è cominciato, dove anche io sono nato. È stato naturale in fase di decisione cercare un luogo all’interno del Comune perché sono particolarmente legato a questa città a cui devo molto. Quando ho saputo che questa bellissima proprietà nella piazza principale era stata messa in vendita non ci potevo credere e ho visto immediatamente la nuova casa per Testamatta e Colore. Poi come si può non innamorarsi di questa vista. D’altra parte – continua – sentivo che era giunto anche il momento di fare una nuova cosa, di lanciarmi in una nuova avventura, di prendere il volo perché nel Castello non avevo più la possibilità di crescere, di svilupparmi, ma volevo in ogni caso restare vicino, per mantenere stretto il legame tra l’attività e la vita quotidiana della famiglia. Anche se, ovviamente, è difficile replicare la bellezza di Vincigliata”.

La nuova “casa” di Testamatta e Colore si stende su 3mila mq complessivi “più funzionali e organizzati dei 400 mq di Vincigliata”, sorride Bibi, con un nuovo impianto di condizionamento che garantisce fermentazioni controllate tra 12 e 18° per ottenere appunto “un vino fresco, delicato ed elegante, che ricordi la ciliegia e la fragola ma non la prugna, che sia trasparente e non inchiostro”.

  • LA VENDEMMIA 2021

L’elevata altitudine delle vigne, caratteristica da sempre ricercata da Bibi Graetz, ha permesso alle viti di superare indenni le gelate primaverili. In primavera, le abbondanti piogge di maggio hanno aiutato ad accumulare sufficienti riserve idriche lasciando poi spazio ad un’estate molto calda, superata senza difficoltà grazie alle profonde radici delle viti più vecchie e all’esposizione dei terreni, specialmente quelli di Fiesole, che si trovano in zone particolarmente ventilate. A settembre le notti più miti hanno restituito vigore ai grappoli che hanno finito di maturare in modo pieno e uniforme. Dati tutti questi fattori la vendemmia 2021 si preannuncia eccezionale, i grappoli, sia quelli già raccolti che quelli in pianta sono veramente incredibili, sani e floridi con bucce croccanti e acini succosi. La vendemmia in Piazza Mino da Fiesole è iniziata il 9 di settembre con il Canaiolo di Vincigliata e il Sangiovese di Vincigliata è in arrivo oggi 22 settembre.

Le barrique di invecchiamento
  • I VIGNETI

Vincigliata: Il vigneto, con metodo di allevamento a Guyot, circonda il Castello omonimo con differenti esposizioni. Si trova ad un’altitudine di 280m s.l.m. e il terreno è ricco di Galestro. Dalle vigne di Vincigliata viene raccolta l’uva sia per Testamatta che per Colore.
Lamole: Nel cuore del Chianti Classico, ad un’altitudine di 650m s.l.m. possiamo trovare questo splendido vigneto con piante ad alberello che raggiungono gli 80 anni di età e conferiscono le uve esclusivamente alla produzione di Colore.
Siena: Da un terreno ricco di galestro e argilla, a sud di Siena, ad un altitudine di 250m s.l.m. sorgono le meravigliose vigne di Sangiovese da cui derivano Testamatta e Colore.
Montefili: Anch’esso nel cuore del Chianti Classico, ad un altitudine di 400m s.l.m.. Con il suo terreno ricco di galestro e la buona esposizione, il vigneto di Montefili rientra nella rosa dei 5 vigneti di Testamatta.
Londa: A nord di Firenze, verso Rufina, a 500m s.l.m. si trova questo vigneto con allevamento a Guyot. Il terreno sassoso e l’altitudine permette al Sangiovese di maturare perfettamente.

Colore e Testamatta 2019 sono stati ufficialmente rilasciati sul mercato il 2 Settembre 2021 tramite La Place de Bordeaux, il sistema di vendita più raffinato al mondo, dove passano solo grandi bottiglie di grandi produttori. I più importanti mercanti di Fine-Wines sono qui, sono loro a scegliere queste gemme e si occupano di distribuirle capillarmente nel mondo fra i collezionisti e gli appassionati.

Bibi Graetz è alla quarta annata presentata a Bordeaux, con un successo dopo l’altro, questo grazie alla ricerca continua della qualità, della tipicità e dell’unicità dei nostri vini Testamatta e Colore, caratteristiche di cui anche i francesi si sono accorti.
Come per la quotazione in borsa di un nuovo marchio, in un giorno e per uno soltanto, i collezionisti di tutto il mondo hanno avuto l’occasione di allocarsi una piccola quantità di bottiglie. In 4 ore tutta l’allocazione dedicata a La Place de Bordeaux e ai suoi negociants è stata venduta, confermando Bibi Graetz nell’olimpo dei migliori produttori al mondo.

I PREMI.
James Suckling: 99/100 punti per Colore 2019 e 97/100 per Testamatta 2019
Jane Anson: 98/100 punti per Colore 2019 e 96/100 punti per Testamatta 2019
Decanter: 98/100 punti per Colore 2019 e 96/100 punti per Testamatta 2019

close
adv