L’Anteprima del Vino Nobile di Montepulciano è tornata come ogni anno, ma quella di quest’anno è stata una edizione del tutto particolare. Nella Fortezza circa 60 giornalisti (contro gli abituali 150) da tutto il mondo e da tutta Italia. L’Anteprima è stata l’occasione per l’annuncio del rating all’annata 2020 e per far conoscere le nuove annate in commercio, il Vino Nobile di Montepulciano 2018 e le Riserve 2017.

Cinque stelle (il massimo) all’annata 2020 del Vino Nobile di Montepulciano. La cerimonia si è svolta martedì 18 maggio, in occasione dell’Anteprima del Vino Nobile di Montepulciano che quest’anno si è svolta in via eccezionale in forma ridotta e in un periodo nuovo per la presentazione dei vini.

Una bella sorpresa dall’annata 2018 del Nobile, una generale uniformità sulla qualità, che che ritengo di livello medio alto, un ritorno al classico da parte di molti produttori, che tendono a prediligere uno stile che porta a vini alla pronta beva, con fruttati bilanciati, tannini dolci e ben svolti. Le note terziarie sono ben integrate in quasi tutti i vini degustati, mai soffocanti del frutto, punti di eccellenza davvero interessanti.

Segue una selezione di degustazioni di Nobile di Montepulciano 2018:

La Braccesca | ⭐⭐⭐

Rubino intenso con riflessi porpora, frutta rossa succosa, accese note di cannella e liquirizia ed un piacevole mentolato sul finale. Sorso fresco, con una intensa spalla acida, persistente.

Antico Colle | ⭐⭐

Rubino intenso con riflessi aranciati, al naso frutta scura, sentori di caffè e note di liquirizia. Sorso pieno e disteso con richiami al sottobosco, ed una acidità ben bilanciata. Tannini ben svolti.

Tenuta Abbadia Vecchia | ⭐⭐⭐

Rubino intenso con riflessi porpora, naso ampio ed elegante e fruttato con sentori di ciliegia e marasca ed una fine speziatura verde. Sorso appagante, perfetto il bilanciamento tra le note morbide e quelle dure. Gastronomico!!!

Boscarelli | ⭐⭐

Rubino intenso con sfumatura violacee, al naso frutto dolce e maturo, sorso rotondo e composto.

Tenuta Valdipiatta | ⭐⭐⭐

Rubino intenso con riflessi porpora, naso ampio e rotondo, con note di ciliegia, amarena e tabacco. Sorso piacevole, chiusura balsamica persistente.

Cantina Chiacchiera | ⭐⭐⭐

Rubino intenso, naso di prugna e amarena, sentori balsamici e spezie scure. Palato ricco setoso, con ricordi di caffè in chiusura. Gastronomico!!!

Fattoria Svetoni | ⭐⭐

Rubino intenso, ala naso frutta scura, sottobosco e nuance mentolate. Palato ricco e composto, con note di caffè e prugna.

Il Molinaccio “La Spinosa” | ⭐⭐

Rubino intenso con sfumature violacee, naso rotondo con sentori di mora e marasca. Palato composto e piacevole, interessante tostatura finale.

Tenuta di Gracciano della Seta | ⭐⭐

Rubino intenso nuance aranciate, al naso frutta scura, sottobosco e note di spezie scure. Sorso ricco e rotondo, di bella struttura e freschezza.

Cantina del Giusto “Claudio II”| ⭐⭐

Rubino intenso, naso robusto con sentori di humus e mora.  Al palato frutto maturo e tannini dolci.

Gattavecchi | ⭐⭐

Rubino intenso, naso acceso di macchia, con note di liquirizia e mentuccia. Sorso morbido e saporito, con ricordi di frutto essiccato. Di media persistenza.

Tenuta Poggio Uliveto | ⭐⭐

Rubino intenso, naso ficcante di liquirizia ribes e frutta matura, palato morbido con ricordi di mora e amarena, chiusura tostata interessante.

De Ricci | ⭐⭐⭐

Rubino intenso con riflessi violacei, naso minerale con note di cuoio e spezie scure, sorso ricco con sentori di ciliegia e marasca, di buona persistenza.

Vecchia Cantina di Montepulciano | ⭐⭐⭐

Rubino intenso con riflessi granata, naso robusto con note di ribes e nuance mentolate, sorso fresco ed appagante, con richiami di macchia e aromatiche fresche.

Dei | ⭐⭐⭐

Rubino intenso con riflessi aranciati, al naso agrumi canditi, mammola e sentori di cuoio e vaniglia. Sorso setoso e felice, di lunga persistenza, chiusura di caffè. Gastronomico!!!

Fattoria del Cerro “Silineo” | ⭐⭐

Rubino intenso, al naso note di macchia mediterranea, caffè e liquirizia. Sorso composto e ricco, di media persistenza.

Icaro | ⭐⭐

Rubino molto intenso, naso di frutta scura matura, note balsamiche e lavanda. Sorso ricco con richiami alla prugna ed alla marasca. Gastronomico!!!

Le Berne | ⭐⭐⭐

Rubino intenso, frutta matura con note di mora e ciliegia sotto spirito, palato ricco e rotondo, con felici sentori di vaniglia e caffè.

Bindella | ⭐⭐

Rubino intenso con riflessi violacei, naso timido con accenni minerali, frutta rossa matura e cuoio. Palato vivace, con ricordi di ribes e frutti rossi. Gastronomico!!!

Le Bertille | ⭐⭐

Rubino intenso, al naso  lamponi e frutta rossa, palato succoso e dissetante. Gastronomico!!!

Lombardo | ⭐⭐

Rubino intenso con riflessi violacei, naso vivace con spunti di viola mammola e ciliegia, palato armonico e di polpa carnosa, tannini ben svolti.

Podere della bruciata “Cesiro” | ⭐⭐

Rubino intenso con riflessi violacei, al naso fiori rossi e sentori minerali, palato con una spiccata acidità ed un tannino ancora da affinare.

La Ciarliana | ⭐⭐

Rubino molto intenso, naso rotondo con sentori di viola e note tostate. Sorso ricco e pulito, con richiami al geranio. Di buona persistenza

Poliziano | ⭐⭐⭐

Rubino intenso con riflessi violacei, naso minerale con sentori di ribes e amarena, sorso fresco e disteso.

Nel corso dell’anteprima è stato presentato ufficialmente alla stampa il progetto della nuova tipologia di Vino Nobile di Montepulciano, menzione “Pieve” che, una volta terminato l’iter di approvazione del disciplinare, potrà entrare in commercio già dal 2024, dodici le aree comprese in questa selezione: Cervognano, Cerliana, Caggiole, S. Albiano, Valiano, Ascianello, San Biagio, Le Grazie, Gracciano, Badia, Argiano, Valardegna.

“Una nuova tipologia di Vino Nobile un progetto che mette in risalto la volontà di ancorare ancora di più il vino ad un territorio unico.” – racconta Andrea Rossi, presidente del Consorzio Vino Nobile di Montepulciano – “Vogliamo mettere in risalto le espressioni del Sangiovese in funzione della territorialità. Un progetto ambizioso portato avanti dal consorzio in modo coeso, a dimostrazione della grande volontà dei produttori del vino nobile di affrontare il rilancio della denominazione in chiave moderna ma anche pensando alla storia e alle tradizioni della stessa.”

Il disciplinare indica che per il Montepulciano Selezione Le Pievi dovrà essere impiegato almeno 85% di Sangiovese accompagnato da altri vitigni autoctoni per il restante 15, con una limitazione per il Colorino ad un massimo del 5% con l’obbligo di fare almeno 12 mesi di legno e 12 di bottiglia.

close
adv