Luenzo 2011, straordinarie sensazioni olfattive

Diciotto mesi di invecchiamento e tre anni di affinamento in bottiglia per un vino profumatissimo e di grande struttura.

Ruggero

Durante l’ultima edizione di food & wine in progress alla Stazione Leopolda di Firenze ho il piacere di incontrare, Marialuisa Cesani figlia di Vincenzo, l’occasione per assaggiare il Luenzo 2011.

“Tutti i nostri vini sono dedicati alla famiglia” – racconta Marialuisa Cesani – “le nostre etichette sono create tramite acronimi, in questo caso con il mio nome e quello di mio padre Vincenzo.”

Officina dei Saponi

Il Luenzo nasce per il 90% da uve Sangiovese e 10% di Colorino, è tra i vini più rappresentativi dell’azienda Cesani di San Gimignano, un perfetto connubio tra terroir e tradizione.

“Il Luenzo è la nostra migliore espressione di uve Sangiovese” – prosegue Marialuisa – “provengono da un’unica vigna esposta a Nord-Est in località Cellole. Questa annata la 2011 ha fatto 18 mesi di invecchiamento in barrique e 3 anni di affinamento in bottiglia”

Al naso frutta a bacca rossa, mora e frutti di bosco con piacevolissime note speziate, al palato è pieno e caldo con una lunga coda di tabacco e cioccolato.

“Il Luenzo è un vino di grande struttura” – prosegue Marialuisa – “si abbina molto bene alla  nostra cucina Toscana, in particolare carni rosse come la bistecca, ma anche cacciagione, in particolare cinghiale.”

Enjoy Chianti

Milko Chilleri

View posts by Milko Chilleri
Giornalista e VideoReporter, i miei primi compagni il video e la musica, mixati alla certezza che il suono e l'immagine riescono a parlare con tutti.
Scroll to top
Pallium
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: