Eccellenze di Toscana 2021, i miei 10 migliori assaggi

Si è conclusa l'edizione 2021 di Eccellenza di Toscana, l'evento organizzato da AIS Toscana che ha portato in rassegna alla Stazione Leopolda di Firenze i vini più quotati del panorama Toscano.

484

Si è chiuso con entusiasmo, fiducia e una gran voglia di normalità l’edizione 2021 di Toscana, la manifestazione di degustazione più importante dell’anno organizzata da AIS Toscana che tornata in presenza dopo la sosta forzata di un anno a causa della pandemia.

Le attività alla Stazione Leopolda si sono svolte con degustazioni libere ai banchi d’assaggi degli oltre cento produttori, ma anche Masterclass guidate dai migliori sommelier, scuole di avvio alla degustazione con AIS Wine School e AIS Oil School e, per la prima volta, scuole di degustazione Spirit School, Balsamic School e Coffee School, dedicate rispettivamente al vasto mondo dei distillati, all’Aceto Balsamico di Modena – a cura del Consorzio Tutela Aceto Balsamico – e al caffè, a cura di B-Farm.

Nel corso della due giorni ho potuto degustare almeno una trentina di etichette provenienti da tutta la Toscana, ne ho selezionate dieci che ritengo tra gli assaggi più convincenti.

NOTE DI DEGUSTAZIONE:

(Il metodo di valutazione rispecchia le caratteristiche del vino assaggiato, le impressioni organolettiche ed emozionali dello stesso, del tutto soggettive e legate al mio gusto)

Il Granaio 2019
Naso ricco e stuzzicante, frutti rossi, marasca e pepe nero. Sorso caldo e pulito e composto, toni dolci sul finale.

Mezzodì 2020
Naso fresco e minerale, note di viola e fiori rossi, ciliegia matura ma anche fragolina e lampone. Sorso facile e di buon equilibrio generale, un vino a tutto pasto.

Agapanto 2019
Naso vivace e floreale, note di ciliegia, ribes e mirtilli. Palato pulito e sereno, materia delicata e tannini distesi.

Sanice 2018
Naso fine e minerale, si apprezzano note di pietra focaia, erbe officinali pesca bianca. Sorso disteso, bella crescita sul finale, chiude con richiami al mango.

Lornano 2015
Naso armonico, frutta matura, mora, mirtilli e piacevoli sentori di liquirizia. Palato ampio e ricco, tannini fitti, chiude con richiami alla lavanda.

Don Tommaso 2018
Naso nitido e pungente, fruttato intenso ma anche sentori vegetali, sottobosco, e note mentolate. Palato morbido, materia carnosa, finale lungo e teso.

Dovino 2011
Naso stuzzicante, profumi intensi di susina matura, mora e note di sottobosco. Palato ricco, bella materia, tensione lunga sul finale. Chiude con sentori caramellati.

Ori Riserva 2019
Naso raffinato, profumi intensi di pesca gialla, frutti esotici e piacevoli sentori di miele. Sorso elegante e carnoso, freschezza avvolgente e lunga persistenza

Carmione 2019
Naso nitido, aromi di viola mammola, ribes, susina matura e note balsamiche sul finale. Palato succoso, materia complessa e composta, tensione lunga a appagante.

Rezeno 2020
Naso dolce e floreale, aromi canditi, fiori rossi, rosa ribes e ginepro e note di idrocarburi. Palato fresco e dolce, buonissima aciditá e spessore organolettico.

Puoi seguire tutte le mie recensioni anche qui: @ilvinosecondome

close