adv

Quest’anno la Chianti Classico Collection è andata in scena in uno dei luoghi simbolo del rinascimento fiorentino, il Chiostro Grande del Museo di Santa Maria Novella, il convento domenicano risalente al secolo XIV dell’omonima Basilica. Splendidamente affrescato, è il chiostro più grande della città, edificato a metà del 1300, da cui si accede all’antica Farmacia di Santa Maria Novella e alla Cappella dei Papi, realizzata all’interno di quelli che erano gli appartamenti papali, il “Laterano fiorentino”, affrescata da un giovane Pontormo.

In degustazione il Gallo Nero nelle sue declinazioni: 196 etichette di Chianti Classico annata, cui si aggiungono 9 anteprime della vendemmia 2020, 139 di Chianti Classico Riserva e 98 di Chianti Classico Gran Selezione ed i vini atti a divenire. A completare una già ricca degustazione anche la sfumatura ambra del Vin Santo del Chianti Classico, presentato da 35 aziende, e l’oro verde dell’Olio DOP Chianti Classico, con 34 etichette.

Un territorio, quello del Chianti Classico, che oggi è possibile scoprire e conoscere in modo chiaro e comprensibile, grazie alla nuovissima carta geoviticola della denominazione, accessibile dalla pagina “comuni” del sito ufficiale del Consorzio Chianti Classico (https://www.chianticlassico.com/territorio/comuni/). Uno strumento approfondito, accurato e allo stesso tempo semplice nell’approccio grazie alla suddivisione in 11 unità cartografiche individuate avendo in mente prima di tutto la vite e il suo rapporto con i suoli e appunto la geologia, frutto della collaborazione con il prof. Simone Priori, Università degli Studi della Tuscia.

Giovanni Manetti

“Abbiamo finalmente uno strumento che ci permette  di raccontare con un linguaggio comune la terra su cui noi viticoltori camminiamo ogni giorno – dichiara il Presidente Giovanni Manetti –  i nostri consumatori e i nostri interlocutori sui mercati sono sempre più interessati alla zona di origine, e sempre meno ai dettagli tecnici dell’invecchiamento, e la geologia è un elemento essenziale per descrivere un territorio, per definirne l’unicità.  Possiamo finalmente raccontare la storia del Chianti Classico dai suoi albori, 145 milioni di anni fa.”

La mia degustazione si è concentrata sulla tipologia Gran Selezioni, vino prodotti da vigna singola o da selezione delle migliori uve esclusivamente di proprietà aziendale. Invecchiamento minimo: 30 mesi, di cui 3 di affinamento in bottiglia. Caratteristiche organolettiche di eccellenza.

Il 2019 è sicuramente una annata vincente per il Chianti Classico, vini brillanti, sapidi ed di grande struttura, una annata che negli anni riuscirà a raccontare vini meravigliosi. Le Gran Selezioni sono la scelta di stile del consorzio: vini che rappresentano l’eccellenza di ogni cantina, in ogni bottiglia si ritrovano i caratteri più autentici, e le sfumature più calde di ogni territorio del Chianti Classico.

  • CHIANTI CLASSICO ANNATA 2019

Castellare di Castellina 2019 | ⭐⭐

Rubino intenso, naso floreale con note di  lamponi e lavanda, sorso croccante di buona sapidità e persistenza. Gastronomico!!!

Castello di Ama 2019 | ⭐⭐

Rubino intenso con riflessi porpora, naso fruttato con note di lampone, macchia mediterranea e spezie bianche. Palato ricco, con spiccata mineralità, di buona persistenza.

Vallepicciola 2019 | ⭐⭐⭐

Rubino intenso con nuance porpora, naso floreale con sentori di lavanda, mora e pepe bianco. Palato disteso di buona persistenza e richiami alle note mentolate. Gastronomico!!!

Castelli del Grevepesa – Clemente VII 2018 | ⭐⭐⭐

Rubino intenso, al naso frutti scuri, prugna matura e note tostate. Al palato frutto croccante e gustoso, chiude mentolato.

Fattoria Montecchio 2018 | ⭐⭐

Rubino brillante, al naso frutta matura, sottobosco e note mentolate. Palato ricco e morbido, con ricordi di caffè e macchia mediterranea.

Santo Stefano 2018 | ⭐⭐

Rubino intenso con riflessi porpora, al naso mora e lamponi ed una piacevole nuance di macchia mediterranea. Palato piacevole e morbido, con ricordi di frutta rossa matura, di buona persistenza.

  • Gran Selezione 2018

Luiano – Ottantuno | ⭐⭐⭐

Rubino intenso con riflessi porpora, naso balsamico con richiami alla mora ed una fine speziatura finale. Palato ricco e succoso, tannini fitti e piacevoli. Gastronomico !!!

Felsina – Colonia | ⭐⭐

Rubino con riflessi aranciati, naso balsamico con note di caffè e prugna matura. Sorso minerale e gustoso, con richiami al sottobosco ed una fine chiusura di lavanda.

Terra di Seta – Assai | ⭐⭐⭐

Rubino con riflessi porpora, naso morbido e composto con richiami alla susina matura ed al sottobosco. Palato asciutto, frutta ancora croccante con piacevole finale di aromatiche.

Bibbiano – Vigne di Montorello | ⭐⭐⭐

Rubino con riflessi porpora, naso ampio e vinoso con note di prugna, cuoio e aromatiche. Sorso elegante e minerale, con ricordi di ciliegia e viola mammola. Gastronomico!!!

Castello di Fonterutoli – Badiòla | ⭐⭐

Rubino con riflessi aranciati, naso distinto con sentori di frutti di bosco, note mentolate e spezie scure. Sorso ricco, maturo e succoso, polpa croccante. Di buona persistenza

Castello di Volpaia – Coltassala | ⭐⭐⭐

Rubino con riflessi violacei, naso armonico di lampone e fiori rossi appassiti ed una fine speziatura. Palato fresco e vivo, con ricordi di viola mammola. Di buona persistenza.

Fontodi – Vigna del Sorbo | ⭐⭐

Rubino con nuance violacee, al naso ciliegia sotto spirito, amarena e spezie bianche. Sorso ricco e fruttato, con richiami alla pruna matura ed alla mora. Di buona persistenza

Molino di Grace – Il Margone | ⭐⭐⭐

Rubino intenso, naso fresco e snello, con richiami alla viola ed alla mora. Palato dolce con note di frutta rossa, vaniglia e cannella. Di buona persistenza

Marchesi Antinori – Badia a Passignano | ⭐⭐

Rubino con riflessi violacei, naso brioso e fresco con note di liquirizia e frutta sottobosco. Palato carnoso e croccante, con richiami alla frutta matura ella viola.

Ricasoli – Castello di Brolio | ⭐⭐

Rubino con riflessi violacei, naso pepato spiccano il ribes ed i lamponi maturi. Sorso pulito con richiami alla viola mammola. Tannini fitti e ben integrati.

  • Gran Selezione 2017

Fattoria Le Fonti – poggino | ⭐⭐

Rubino con riflessi aranciati, naso elegante con note di liquirizia e sottobosco, sorso disteso con note di caramello e vaniglia sul finale.

Bindi Sergardi – Mocenni 89 | ⭐⭐⭐

Rubino brillante con riflessi aranciati, naso distinto ed elegante, con richiami alla prugna e nuance balsamiche. Palato vivo e fruttato, con note di caramello e caffè in chiusura.

Acquadiaccia | ⭐⭐

Rubino intenso, al naso frutti scuri, note mentolate e caffè. Palato asciutto e di fitta trama tannica, spalla acida ancora viva.

Castellinuzza e Piuca – Vigna Piuca | ⭐⭐

Rubino con riflessi aranciati, naso minerale con note di frutta matura e caffè. Sorso composto e croccante, tannini ancora da evolvere.

Castello di Albola – Il Solatio | ⭐⭐

Rubino con riflessi porpora, naso timido con note di frutta sotto spirito. Sorso disteso con richiami alla ciliegia ed alle erbe aromatiche. Di buona persistenza.

Castello di Gabbiano – Cavaliere d’oro Bellezza | ⭐⭐

Rubino con riflessi granata, naso dolce con note di caffè e cuoio. Sorso scorrevole con richiami alla frutta secca.

Castello di Meleto – Vigna Poggiarso | ⭐⭐⭐

Rubino con riflessi violacei, naso ricco con accese note mentolate, prugna matura e spezie scure. Palato morbido e ricco, tannini ben integrati ed una chiusura di lamponi maturi.

Rocca Castagnoli – Stielle | ⭐⭐

Rubino con riflessi violacei, naso fresco e fruttato, con note di ciliegia matura ed una fine speziatura bianca. Sorso ricco e vigoroso, con ricordi di lamponi e fiori rossi.

San Felice – Il Grigio | ⭐⭐

Rubino con riflessi aranciati, naso speziato con nuance di marasca e cuoio. Sorso sapido e distinto, tannini vigorosi e chiusura tostata.

Tenuta di Lilliano | ⭐⭐

Rubino con riflessi aranciati, naso minerale con richiami di sottobosco e note tostate. Sorso morbido e ricco, con una spalla acida importante.

Vignamaggio – Monna Lisa | ⭐⭐

Rubino con nuance violacee, naso maturo e speziato, con note di caramello e liquirizia. Sorso rotondo, con una bella dominante acida in chiusura. Buona persistenza.

  • GRAN SELEZIONE 2016

Castello di Monsanto – Vigna il Poggio | ⭐⭐

Rubino con nuance violacee, al naso sentori di ciliegia sotto spirito e macchia mediterranea. Palato ricco con richiami al lampone, con una nota speziata in chiusura.

Cinciano | ⭐⭐⭐

Rubino intenso con nuance aranciate, al naso note accese di ribes e liquirizia ed una chiusura di tabacco avvolgente. Bocca viva e rotonda con ricordi di mora e lavanda. Di buona persistenza

Colle Bereto | ⭐⭐⭐

Rubino intenso con nuance porpora, al naso note tostate, caramello e frutta scura matura. Palato composto con una lunga spalla acida e richiami di caffè. Di Media persistenza

Dievole | ⭐⭐

Rubino intenso, naso timido con note di ciliegia matura e viola mammola. Sorso ficcante e di lunga corsa, tannino muscoloso.

Principe Corsini –  Villa Le Corti – Don Tommaso | ⭐⭐

Rubino intenso con nuance porpora, al naso viola, ciliegia sotto spirito e amarena. Palato vivo, sapido con tannini accesi, richiami di caramello sul finale.

Ruffino Riserva Ducale  | ⭐⭐

Rubino intenso, naso minerale con richiami alla prugna e al sottobosco. Palato vivace con ricordi di ciliegia, tannini nervosi.

Santo Stefano | ⭐⭐⭐

Rubino intenso con nuance porpora, naso minerale con note di viola mammola, prugna ed una fine speziatura. Sorso felice con richiami alla pruna e alla macchia mediterranea. Di lunga persistenza.

Tenuta di Nozzole – Giovanni Folonari | ⭐⭐

Rubino intenso con nuance aranciate, naso con note tostate e frutta e cuoio. Sorso morbido e composto, con richiami al ribes ed al cioccolato.

La settimana di anteprime toscane si conclude con un brindisi insieme ad i miei bellissimi compagni di viaggio: Raffaele Vecchione, Francesca Granelli e Luca Grippo.

close
adv