Chianti Classico, la rivelazione è il 2020

La Chianti Classico Collection ha riservato tanto sorprese dalle nuove annate in anteprima, la 2020 è rappresenta da vini che si risolvono in modo piacevole e convincente. Belle conferme anche dalla 2019, annata di struttura e sostanza.

326

Il Chianti Classico è tornato a presentarsi nella sua cornice classica, la Stazione Leopolda di Firenze, insieme ad i produttori che hanno accolto circa 2000 tra giornalisti ed operatore del settore.

Leitmotiv delle due giornate di degustazione e tema alla base dell’allestimento della location è stato il territorio del Chianti Classico e la sua suddivisione in Unità Geografiche, il nuovo percorso che la denominazione ha deciso di intraprendere. La mia degustazione si è concentrata sull’annata 2020 e se non presente sono passato alla 2019, alcuni campioni per ogni territorio, dal quale sono emerse tante note positive. Prima di tutto va detto che tutta la denominazione sta facendo grandi passi avanti, l’annata 2020 infatti è davvero bella, sorsi armonici, frutto definito e mai surmaturo, nonostante l’andamento climatico non facile del 2020.

Ricordiamo infatti il grande caldo e periodi siccitosi, e soprattutto piogge nel periodo della vendemmia. Sono infatti rimasto favorevolmente stupito di trovare vini così freschi e di ottima sostanza, bottiglie che forse saranno pronte prima rispetto all’annata 2019, che sicuramente restituisce maggiore struttura e grado alcolico rispetto alla 2020. La 2019 invece, che ha visto un andamento stagionale sostanzialmente equilibrato, è sicuramente una annata dove troviamo vini con più struttura e di vigore, vini adatti anche a lunghi se non lunghissimi invecchiamenti.

ALCUNI DEI MIEI  MIGLIORI ASSAGGI

(Il metodo di valutazione rispecchia le caratteristiche del vino assaggiato, le impressioni organolettiche ed emozionali dello stesso, del tutto soggettive e legate al mio gusto)

  • Chianti Classico 2020

Banfi

Naso nitido: fiori di arancio, mirtilli lamponi. Palato pulito, intenso sul finale.

Bibbiano

Naso fine: lavanda, frutta fresca e mirtilli. Palato intenso, ricca la polpa, buona lunghezza.

Buondonno ⭐⭐

Naso ricco: viola mammona, ciliegia, lamponi e note mentolate. Palato di buon peso, corsa media finale floreale.

Capraia

Naso fine: rosa, ciliegia matura e note di pepe bianco. Palato fresco, spalla crescente, finale amaricante.

Castagnoli

Naso delicato: fiori rossi, frutta matura e note speziate. Palato asciutto, tannino ancora vivo.

Castellare di Castellina

Naso dolce: viola mammola e susina matura. Palato ancora verde, tannino grintoso.

Retromarcia ⭐⭐

Naso ampio: bouquet di fiori rossi, lamponi e note minerali. Palato brioso, freschezza e sapore il suo forte.

Castelgreve ⭐⭐⭐

Naso delicato: susina matura, aromatiche e note di pepe sul finale. Sorso teso, freschezza lunga e tannino disteso.

Cigliano di sopra ⭐⭐⭐

Naso dolce: susina, ginestra, erbe di campo. Palato rotondo, frutto distinto, di buona acidità e lunghezza.

Bastioni

Naso brioso: viola mammola, ciliegia e richiami alla scorza d’arancia. Palato morbido, note minerali in chiusura.

Luiano ⭐⭐

Naso floreale: rosa e iris, belle note agrumate sul finale. Sorso ricco e composto, frutto distinto, bella freschezza.

Montesecondo

Naso discreto: fiori rossi e ciliegia matura. Sorso accomodante, richiami agli agrumi sul finale.

Morino ⭐

Naso floreale: ciclamino e rosa, poi ciliegia e note agrumate.  Buon palato, buona materia, di media lughezza.

Carpineto ⭐⭐⭐

Naso pepato: susina, mentuccia e rosmarino. Palato pulito e schietto, bella sapidità sul finale, grande pulizia.

Castello di Querceto ⭐⭐

Naso brioso: geranio, mirtilli e note aranciate sul finale. Sorso avvolgente, bella schiettezza e buona persistenza.

Terreno 

Naso brioso: rosa, lamponi e aromatiche. Palato fresco, frutto pulito, tannini impegnativi.

Luccioni 

Naso timido: rosa, sentori agrumati e liquirizia sul finale. Palato composto, frutto delicato, freschezza moderata.

Fontalpino ⭐⭐⭐

Naso scuro: frutta matura, note speziate e sentori di liquirizia. Palato saporito e lungo, piacevole finale mentolato.

Felsina 

Naso maturo: frutto maturo, erbe aromatiche. Palato grintoso, chiude con note ancora verdi.

San Felice 

Naso discreto: susina, mirtilli note mentolate. Palato scorrevole, frutto maturo, tannini ancora verdi.

Tenuta di Arceno ⭐⭐

Naso floreale: mammola, fragola e note di mentuccia. Palato ricco, frutto dolce tannino ben svolto.

Vallenuova 

Naso armonioso: fiori rossi, frutta matura. Palato accomodante, tannino vigoroso sul finale.

Podere Castellinuzza ⭐⭐

Naso fruttato: iris, susina e note di salvia bianca. Palato elegante e disteso, frutto croccante e maturo.

Brancaia

Naso discreto: frutta matura, erbe aromatiche e note mentolate sul finale. Attacco rotondo, spalla acida lunga e crescente.

Albola ⭐⭐⭐

Naso ficcante: mammola, geranio, susina matura, note mentolate. Palato ricco, frutta distinta e croccante, finale lungo e saporito.

Volpaia ⭐⭐⭐

Naso deciso: fiori rossi, ciliegia matura, susina e mirtilli. Bocca sapida, frutto materico e distinto.

Monterinaldi ⭐⭐

Naso fruttato: mammola, mora e mirtilli. Palato succoso, spalla acida crescente sul finale, lungo sul finale di ciliegia.

Istine

Naso composto: frutta matura, scorza d’arancia e note mentolate. Palato saporito, buona freschezza, chiusura tannica vigorosa.

Monteraponi

Naso fruttato: susina matura, mirtillo e note mentolate. Palato pieno, frutto maturo, finale poco dolce.

Castello di Ama ⭐⭐⭐

Naso pulito: ciliegia, mirtilli, macchia mediterranea. Palato ricco e fiero, bella croccantezza.

Castello di Meleto ⭐⭐

Naso ficcante: frutta fresca, aromatiche e note mentolate. Palato sostanzioso e di buona materia. Di buona persistenza.

San Giusto a Rentennano

Naso discreto: garofano, mirtilli, lamponi chiude speziato. Palato dinamico, frutto percettibile. Chiude con richiami alla marasca.

Castello di Brolio

Naso armonioso: ciliegia, macchia e sentori di liquirizia. Palato di buon peso, bella tensione sul finale, chiude con richiami all’anice.

Riecine ⭐⭐⭐

Naso floreale: viola mammola, marasca e note speziate. Palato scorrevole, frutto ben definito, acidità e tannini bilanciati. Chiude con richiami alla mora selvatica.

Rocca di Montegrossi ⭐

Naso agile: ribes rosso, susine e fragole. Palato saporito e croccante, tannino ancora da affinare.

  • Chianti Classico 2019

Felciano

Naso sapido: sentori di fiori d’arancia, ciliegia e lamponi. Sorso saporito, tannino vivace, chiude con note amaricanti.

Santo Stefano ⭐⭐

Naso ampio: viola mammola, prugna matura, lamponi e un bellissimo pepato finale. Sorso ricco e saporito, cresce sul finale. Chiude con richiami alla marasca.

Fontodi

Naso arioso: rosa, iris e mirtilli freschi. Palato distinto, tannini scuri, buona lunghezza

Filetta di Lamole ⭐⭐⭐

Naso floreale: ciclamino, susina e note speziate sul finale. Palato avvolgente, frutto croccante. Di lunga persistenza.

Mulino di Grace ⭐⭐

Naso dolce: mora e lamponi, richiami alla macchia mediterranea sul finale. Palato saporito, freschezza moderata, tannino disteso.

Panzanello 1427

Naso stuzzicante: iris, viola mammola e note pepate sul finale. Palato sapido, bella acidità di media lunghezza.

Luccioni 

Naso timido: rosa, sentori agrumati e liquirizia sul finale. Palato composto, frutto delicato, freschezza moderata.

Nozzole ⭐⭐

Naso fruttato: iris, susina e scorza d’arancia. Palato agile, freschezza lunga, chiude con richiami al geranio.

San Giorgio a Lapi ⭐⭐

Naso scattante: ciliegia, mirtilli e macchia sul finale. Sorso pulito, frutto composto e di buona materia.

Castellinuzza e piuca 

Naso vivo: fiori rossi, susina e sentori di liquirizia sul finale. Palato saporito, frutto di buona polpa, chiude con note di spezie.

Lamole i Fabbri

Naso armonico: ampio buquet floreale, susina matura e sentori agrumati. Palato preciso, freschezza lunga e frutto gustoso.

Lamole di Lamole

Naso distinto: iris, mirtillo e lavanda. Palato brioso, ricco di frutta e di freschezza

Castello di Lamole 2015 ⭐⭐⭐

Naso ampio: ciliegia, mirtilli note di rosmarino e pepe. Palato ricco, freschezza e frutto ben bilanciate. Lungo sul finale

close