Busi, Vino Chianti; “Siccità e gelate fanno paura” [VIDEO]

Il presidente del Consorzio Vino Chianti esprime preoccupazione per il susseguirsi dal 2017 di primavere con gelate tardive ed estati calde e siccitose.

110

La stagione 2022 è stata molto siccitosa nel Chianti e con scarse precipitazioni, nonostante questo il raccolto è stato buono, anche se con quantitativi ridotti, trend che prosegue ormai dal 2017.

“Le ultime annate dal 2017 in avanti sono state tutte difficili, non sono state vendemmie che ci hanno permesso un carico regolare, come era successo fino al 2016.” – dichiara Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti – “questo è dovuto sicuramente al fattore climatico, il problema della siccità e delle gelate tardive compromettono le nostre produzioni. Il problema idrico è indubbiamente uno dei problemi a cui dobbiamo porre attenzione, oggi se andiamo ad impiantare un nuovo vigneto diventa indispensabile collegarlo ad un piccolo laghetto dove si può attingere acqua ed impostare un impianto di irrigazione.

In questo momento siamo con le mani legate anche perché non abbiamo grandi soluzioni per questo clima che sta impazzendo, forse dovremo trovare altre soluzioni ma che non dipendono da noi agricoltori.” – conclude Busi.