E così nonostante l’emergenza sanitaria che prosegue ormai dal 2020, il Consorzio del Brunello di Montalcino, con grande volontà e coraggio, raggiunge il proprio obbiettivo, ossia quello di fare degustare in anteprima a stampa e addetti ai lavori le sue ultime annate da sogno: il Brunello di Montalcino 2016 e la Riserva 2015 entrambe vendemmie a 5 stelle.

In una Montalcino quasi deserta, spazzata dal vento freddo del nord, è andato in scena la prima edizione (e tutti speriamo ultima) del Brunello Off. Ad ospitarla il Chiostro del Museo di Montalcino, dove grazie a strettissime misure di sicurezza una organizzazione impeccabile, si è svolto il primo evento del settore vitivinicolo in Toscana: 140 Cantine per oltre 400 etichette in degustazione

L’andamento stagionale 2016 infatti, ha permesso alle uve di arrivare al giusto punto di maturazione con un ottimale equilibrio tra acidità e zuccheri dovuto ad un’estate non troppo calda, caratterizzata da escursioni termiche tra notte e giorno, ideali per intensificare anche profumi e colori.

L’annata nel bicchiere ha fatto emergere un grande equilibrio tra i produttori, vini dove il frutto emerge in mondo preponderante, abbinato alla freschezza e ad una spalla acida che permetterà a queste etichette di distinguersi nel tempo.

Nel corso del primo appuntamento di Brunello Off il 6 Marzo, si è svolta anche l’attesissima cerimonia della mattonella, quest’anno realizzata da Federica Pellegrini, che ha scelto di rappresentare sulla formella decorativa dedicata alla vendemmia 2020 a 5 stelle, un’Araba fenice.  “E’ un segnale di buon auspicio e rinascita per il vino e per tutti noi – ha affermato Fabrizio Bindocci, presidente del Consorzio del vino Brunello di Montalcino –, lo stesso buon auspicio che ci ha reso una vendemmia eccezionale in un anno terribile come quello appena trascorso”.

Le mie degustazioni hanno avuto come focus le Selezioni di Brunello annata 2016, ho scelto infatti di concentrare i miei assaggi su quei vini che ogni azienda considera identitari, espressioni uniche di una vigna e di un terreno, che sanno regalare note personali uniche.

Altesino, Montosoli | ⭐⭐

Al naso è deciso. Prevalgono frutti scuri cuoio spezie e note balsamiche, sorso composto con una trama tannica ben distribuita.

Banfi, Poggio alle Mura Vigna Marrucheto | ⭐⭐

Naso rotondo e boisè, al palato è snello e di beva piacevole. Gastronomico! 

Barbi, Vigna del Fiore | ⭐

Naso timido, con note erbacee ben accentuate, composto e lungo la palato con una spiccata mineralità.

Camigliano, Paesaggio inatteso | ⭐⭐

Naso fresco di macchia mediterranea, al palato dinamico e fragrante.

Canalicchio di sopra, La Casaccia | ⭐⭐

Naso elegante di note scure e burrose, persistente e di buona struttura al palato.

Caparzo, Vigna la Casa | ⭐⭐

Al naso frutta caramellata e caffè, di corpo snello e con frutto ancora croccante.

Castello romitorio, Filo di seta | ⭐⭐⭐

Viola accesa al naso, palato grandioso ricco di frutta e di grande persistenza.

Castello Tricerci AD 1441 | ⭐

Naso composto con note balsamiche e di macchia mediterranea, al palato fresco con tannini da affinare.

Castiglion del Bosco, Campo del Drago | ⭐⭐

Ampio al naso, con note di ciliegia e rosa rossa, al palato materia dolce ma ancora tannini nervosi.

Cava d’onice, Colombaio | ⭐⭐

Naso minerale con note di viola e fiori rossi, al palato morbido e bilanciato.

Col di Lamo, Diletta | ⭐

Naso timido, palato spigoloso di buona acidità

Ciacci Piccolomini vigna pian rosso | ⭐⭐

Naso scuro ed elegante con note di sottobosco e cioccolata, equilibrato e morbido al palato. Gastronomico!

Cortonesi, Vigna Poggiarelli | ⭐⭐

Al naso prugna secca e sottobosco, palato fresco e lungo.

Cinelli Colombini, Prime Donne | ⭐⭐⭐

Al naso viola e fragoline di bosco, al palato fresco e beverino. Gastronomico!

Fanti, Vigna Vallocchio | ⭐⭐⭐

Al naso spiccano sentori minerali, ma anche note tostate accese e frutta rossa, Pastoso ed elegante al palato, con piacevolissimo note di cioccolato in chiusura di sorso.

La Fiorita, Fiore di NO | ⭐⭐⭐

Naso elegante e discreto di frutta rossa matura, palato morbido e rotondo.

La Fornace, Origini | ⭐⭐⭐

Naso minerale con sentori di ginepro e macchia mediterranea, al palato composto e avvolgente con note di caffè e spezie in chiusura.

Le Gode, Vigna Montosoli | ⭐⭐

Al naso sentori di cioccolato e caffè, al palato rotondo con note di marasca sottobosco.

Mastrojanni, Vigna Loreto | ⭐⭐

Naso dolce di note tostate e caramello, palato rotondo ed elegante.

Palazzo, Cosimo | ⭐⭐

Ampio al naso, frutta scura note balsamiche e tostate, palato rotondo e di buon equilibrio.

Podere Le Ripi, Amore e Magia | ⭐⭐⭐

Naso elegante e intenso, spiccano lavanda e caramello, succoso e dolce al palato.

Poggio Antico, Altero | ⭐

Naso etereo, sorso ricco e maturo chiusura tannica vivace.

Ridolfi, Donna Rebecca | ⭐⭐

Naso discreto ma elegante, note torrefatte e mirtillo, al palato è composto e con una persistente acidità. Chiude bene.

Poggio San Polo, Podernovi | ⭐⭐

Naso minerale e misurato con sentori di liquirizia, lunghe al palato le note di rosmarino e macchia mediterranea.

Sassodisole, Sasso di Luna | ⭐⭐⭐

Al Naso viola e frutti rossi, vivace ma composto, palato fresco e piacevole deciso con una trama tannica vigorosa. Gastronomico !

La Togata, Togata dei Togati | ⭐⭐

Naso con spunti minerali accesi e note di erbe aromatiche, palato floreale frutto. Presa tannica decisa.

Fanti, le Macchierelle Riserva 2015 | ⭐⭐

Naso delicato di caffe e caramello, palato rotondo ma deciso con una chiusura speziata graffiante.

Terre Nere, Riserva 2015 | ⭐⭐

Prugna secca e mora al naso ma anche piacevoli sentori di lavanda, palato dolce ed elegante con una chiusura tannica muscolare. Gastronomico !

Val di Suga, Poggio al Granchio | ⭐⭐

Al naso spiccano ciliegia e viola mammola, frutta succosa al palato ma tannino vivace.

Villa i Cipressi, Zebras | ⭐⭐⭐

Un trionfo di Ribes e Lamponi al naso, palato vivace e floreale. Gastronomico!

Villa Poggio ai Salvi, Pomona | ⭐⭐

Naso acceso di fragole di bosco e viola, sorso interessante che incalza.

 

close
adv