Annunciati programma e protagonisti del summit del vino italiano di pregio

Brindisi ad alta quota il 10 e 11 luglio per professionisti e appassionati del settore che potranno degustare oltre 170 vini e distillati

27

Cortina è pronta a dare il via al più importante summit dedicato al vino italiano: domenica 10 e lunedì 11 luglio la perla delle Dolomiti accoglierà VinoVip Cortina, biennale firmata dalla rivista Civiltà del bere con il patrocinio del Comune di Cortina d’Ampezzo e il contributo di Agenzia ICE. Due giorni rivolti ai professionisti di settore ma anche agli appassionati, con talk di approfondimento sul mondo del vino, incontri ad alta quota e un Grand Tasting delle migliori etichette, tra classici e novità, delle 59 aziende italiane protagoniste.

Si inizia con il tradizionale talk show (ingresso gratuito su prenotazione), in programma all’Alexander Girardi Hall domenica alle ore 15.30, che quest’anno sarà dedicato al tema delle Nuove Competenze: il patrimonio di conoscenze indispensabili per i professionisti del vino, sia nell’ambito della produzione sia per la comunicazione e i servizi.

Tra i relatori, grandi imprenditori e i sostenitori della manifestazione, selezionati ciascuno per un’area di expertise molto specifica: Foragri (formazione continua in agricoltura), Della Toffola (tecnologia enologica), Vinitaly (promozione) e Vivai Cooperativi Rauscedo (vitigni e vivaismo).

“Il talk-show di VinoVip è uno dei momenti più caratteristici dell’evento, un brain-storming di autorità, compresi molti produttori leader”, dichiara Alessandro Torcoli, patron di VinoVip ed editore di Civiltà del bere. “Ogni edizione gli imprenditori e i top manager si ritrovano a VinoVip Cortina per dibattere temi di grande attualità, con il coinvolgimento di giornalisti ed esperti di settore. Quest’anno punteremo i riflettori sul mondo del lavoro e in particolare sulla formazione e sulle competenze necessarie per crescere professionalmente nel mondo del vino”.

Durante il talk show sarà svelato e consegnato il Premio Khail 2022, riconoscimento intitolato al fondatore della rivista Civiltà del bere e destinato a un personaggio che si è distinto nella valorizzazione del vino italiano nel mondo.

Nella giornata di lunedì 11, dalle ore 15.30 alle ore 19, si apriranno le porte dell’evento più atteso di VinoVip: il Grand Tasting all’interno dell’accogliente Club House del Golf Club, ai piedi dei Monti Faloria e Cristallo. Ognuna delle Cantine presenterà tre etichette d’eccellenza in un walk-around tasting di oltre 170 vini e distillati, con vista mozzafiato sulle Dolomiti ampezzane.

Le aziende protagoniste di questa tredicesima edizione sono: Marchesi Antinori, Tenuta di Arceno, Argiolas, Banfi, Guido Berlucchi, Bertani, Biondi-Santi, Bortolomiol, Carpineto, Casale del Giglio, Castagner, Cleto Chiarli, Castello di Cigognola/Bentu Luna, Le Colture, Dievole, Dei, Donnafugata, Cantine Due Palme, Fèlsina, Tenuta di Fiorano, Ambrogio e Giovanni Folonari, Jako Wine, Tenute del Leone Alato, Lungarotti, Mandrarossa, Le Manzane, Masciarelli, Masi Agricola, Mastroberardino, Mezzacorona, Monteverro, Nals Margreid, Nino Negri, Pasqua Vigneti e Cantine, Pio Cesare, Planeta, PuntoZero, Castello di Querceto, Rocca delle Macìe, Ruffino, Tenuta San Guido, San Marzano, Tenuta Sant’Antonio, Tenuta Santa Caterina, Santa Margherita, Cantina Santadi, Santi, Speri, Castello del Terriccio, Tedeschi, Tommasi, Torrevento, Umani Ronchi, Velenosi, Villa Sandi, Vite Colte, Zenato, Zorzettig e Zymé.

close