Vendemmia Biondi-Santi 2022, la più anticipata di sempre

Per la prima volta nella storia di Biondi-Santi, dal 1888 ad oggi, la vendemmia è iniziata nel mese di agosto

31

A Tenuta Greppo, dove è nato il Brunello di Montalcino, il 31 agosto è iniziata la vendemmia. È consuetudine della cantina vendemmiare presto, già nella prima metà di settembre, per una raccolta di uve mai troppo mature, ideali a rispecchiare lo stile del Brunello Biondi-Santi.

Le temperature di quest’anno, tuttavia, hanno spinto a una vendemmia che entrerà nella storia come la più anticipata di sempre. Una raccolta non massiva, ma solo di selezionate parcelle di vigneti, quelle in cui le uve hanno indicato un precoce e tuttavia ottimo livello di maturazione dopo un’annata molto secca, priva di piogge e segnata da temperature medie elevate. Le precipitazioni avvenute a metà agosto hanno dato “respiro” alle piante che hanno vissuto in stato di stress.

La buccia dell’uva raccolta è spessa e croccante, la polpa è fresca, indice di un’ottima acidità, caratteristiche fondamentali per i vini longevi di Biondi-Santi.

close