The Golden Vines Awards: Firenze ospita le eccellenze del vino

Dal 15 al 17 ottobre Firenze ospiterà i The Golden Vines Awards, durante la manifestazione saranno premiati nel capoluogo toscano le eccellenze tra i massimi produttori di vino e champagne di tutto il globo. La cena di gala, uno dei momenti più attesi, in programma domenica 16 ottobre, sarà a cura del tre stelle Michelin Massimo Bottura.

134

Dal 15 al 17 ottobre Firenze ospiterà la cerimonia annuale dei The Golden Vines Awards. Saranno dunque premiati nel capoluogo toscano le eccellenze tra i massimi produttori di vino e champagne di tutto il globo. Lo scenario sarà di alto profilo per la premiazione del 16 ottobre, infatti a Palazzo Vecchio nel Salone dei Cinquecento si avrà il piacere di vivere una serata degna dei migliori red carpet in stile hollywoodiano.

Le sorprese non finiscono qui dato che la cena di gala del 16 ottobre sarà curata dallo chef italiano dell’ Osteria Francescana, Massimo Bottura e a seguire sarà il Four Seasons ad ospitare l’after party.

Ma il palato inizierà ad essere deliziato sin da venerdì 14 ottobre, dato che è in programma la cena privata a Palazzo Antinori con vincitori e sponsor della manifestazione. Il giorno seguente Gabriele Gorelli, master of wine, terrà alcune masterclass con Biondi-Santi, Casanova di Neri, Castiglion del Bosco e il Marroneto. Da non perdere anche le masterclass per Dom Pérignon, Hennessy, Domaine Arnoux-Lachaux e Szepsy.

Nella serata di sabato saranno Davide Oldani (D’O, due stelle Michelin) & Matteo Lorenzini (Osteria di Passignano, una stella Michelin) a dar sfogo al loro estro culinario per comporre i piatti di un’altra cena privata.

Tutti i vini da servire in entrambe le cene di gala sono stati donati dai produttori per sostenere l’evento di beneficenza: Dom Pérignon Rosé 2008, Dom Pérignon P2 2004, Krug Grande Cuvée, Krug Vintage, Dom Ruinart, Trimbach Clos Sainte Hune 2012, Emidio Pepe Trebbiano d’Abruzzo 2004, Château Cheval Blanc 2005 in Magnum, Solaia, Château d’Yquem, Taylor’s Port 1970 in Magnum; Il Macallan, Richard Hennessy.

Le categorie che verranno premiate durante la cerimonia nel Salone dei Cinquecento sono: il miglior produttore di vino in Europa, in America e nel resto del mondo, il miglior produttore di vino e il miglior produttore emergente, il premio innovazione, il premio sostenibilità, il premio Hall of Fame e il premio onorario.

Il trofeo sarà progettato e sviluppato da Liquid Icons, Amorim Cork, Grant Macdonald, Shantell Martin e un artista contemporaneo di livello mondiale.

L’asta di beneficenza online Golden Vines Fine Wine, Rare Spirit & Experience Global 2022 sarà aperta da sabato 1 ottobre fino a domenica 16 ottobre, si chiuderà durante la cerimonia di premiazione e il ricavato sarà destinato alla Fondazione Gérard Basset. Si punta a raccogliere 1,5 milioni di sterline che serviranno a finanziare una serie di programmi educativi globali relativi alla diversità nel vino, negli alcolici e nell’ospitalità.

Resta ancora top secret il nome della star internazionale della musica che si esibirà durante la serata e sarà scelta direttamente dallo sponsor ufficiale Gucci. Kylie Minogue è stato l’alto profilo della scorsa edizione svoltasi a Londra in Regno Unito.

Questi giorni fiorentini dei The Golden Vines Awards si concluderanno in bellezza lunedì 17 con tour, degustazioni e pranzi alla cantina Antinori Chianti Classico a Bargino, la visita al Museo Salvatore Ferragamo con pranzo a palazzo Spini Feroni, il pranzo con Casa Ferreirnha da Gucci Osteria e infine il tour vip a Palazzo Vecchio con il sindaco Dario Nardella.

close