Terre di Toscana, a Marzo la XIV edizione

120 imperdibili cantine toscane si incontreranno a Lido di Camaiore (Lu) domenica e lunedì 20 e 21 marzo

65

20 e 21 marzo la manifestazione vinicola Terre di Toscana, giunta alla sua XIV edizione, porterà a Lido di Camaiore, in provincia di Lucca, 120 tra le più importanti cantine della regione, per offrire al pubblico una cartolina esaustiva e di altissima qualità della produzione regionale.

I viticoltori, presenti ai banchi di assaggio nelle giornate di domenica e di lunedì, arriveranno da ogni distretto regionale, da quelli più celebri a quelli emergenti, e porteranno in assaggio bollicine, bianchi e rossi specchio del territorio di appartenenza, per un valzer unico tra vitigni autoctoni ed internazionali, tra etichette iconiche e nuove etichette, passando anche tra referenze naturali e biologiche.

L’evento si svolgerà in totale sicurezza, grazie ad una serie di protocolli messi a punto dall’organizzazione per affrontare al meglio l’emergenza Covid.

Nelle due giornate sarà possibile un confronto diretto con i vignaioli, che porteranno in degustazione le annate attualmente in commercio, così da offrire una splendida panoramica del loro catalogo, e il lunedì, come ormai da copione, anche qualche preziosa vecchia annata, per uno sguardo sul passato e una riflessione, spesso sorprendente, sull’evoluzione dei vini.

Ad ospitare l’evento sarà ancora una volta l‘Hotel Una Esperienze Versilia Lido, a pochi passi dal mare, dove si potrà godere di oltre 600 referenze ed assaggiare ed acquistare diverse bontà gastronomiche di artigiani locali.

Il parterre della XIV edizione di Terre di Toscana

Vino

Amerighi Stefano, Argiano, Avignonesi, Badia a Coltibuono, Banfi, Baricci, Beconcini, Bindella – Tenuta Vallocaia, Brancaia, Cafaggio, Caiarossa, Antonio Camillo, Campo alla Sughera, Capannelle, Caparsa, Capezzana, Castell’in Villa, Castello del Terriccio, Castello di Albola, Castello di Ama, Castello di Monsanto, Chiappini, Col di Bacche, Colle Santa Mustiola, ColleMassari, Cològnole, Conti Capponi-Villa Calcinaia, Contucci, Cuna di Federico Staderini, Cupano, Dei, Fabio Motta, Fabrizio Dionisio, Fattoi, Fattoria Corzano e Paterno, Fattoria dei Barbi, Fattoria del Cerro – La Poderina – Monterufoli, Fattoria di Magliano, Fattoria Kappa, Fattoria Le Pupille, Fattoria Selvapiana, Fattoria Varramista, Fèlsina, Fontodi, Frascole, Grattamacco, Grillesino, I Balzini, I Luoghi, Il Colombaio di Santa Chiara, Il Marroneto, Il Palagio di Panzano, Il Rio, Istine, L’Erta di Radda, La Fralluca, La Gerla, Lamole di Lamole, Le Chiuse, Le Cinciole, Le Potazzine, Le Ragnaie, Lisini, Marchesi Mazzei, Mastrojanni, Montemercurio, Montepeloso, Montepepe, Monteverro, Montevertine, Orma, Panizzi, Patrizia Cencioni, Petra, Pietroso, Podere Fedespina, Podere Il Carnasciale, Podere Le Ripi, Podere Marcampo, Podere Ristella, Podere San Giacomo, Podere Sant’Agnese, Podere Sapaio, Poggio al Tesoro, PoggioargentierA, Poggio di Sotto, Pomona, Ricasoli, Ridolfi, Riecine, Rocca delle Macie, Rocca di Castagnoli-Capraia, Rocca di Montegrossi, Roccapesta, Ruffino, Salcheto, San Giusto a Rentennano, Sanlorenzo, Sator di Gianni Moscardini, Michele Satta, Solatione, Tenimenti D’Alessandro, Tenuta Col d’Orcia, Tenuta di Biserno, Tenuta di Trinoro, Tenuta La Massa, Tenuta Lenzini, Tenuta Montauto, Tenuta San Guido, Tenute della famiglia Cecchi, Tenuta Sette Ponti, Terenzi, Terenzuola, Teruzzi, Toscani, Tua Rita, Val di Suga – Tenuta Trerose – San Leonino, Vecchie Terre di Montefìli, Villa Patrizia.

Gastronomia

Corzano e Paterno, Ristorante Sotto La Loggia, Trattoria Peposo, Markelleria e Amore, Tortapistocchi.

Indispensabile per l’ingresso all’evento sarà il Green Pass, standard o Super a seconda delle norme vigenti alle date della manifestazione. Oltre a questo sarà obbligatorio indossare, quando non si degusterà, la mascherina chirurgica o Ffp2, in base sempre alle norme governative, e non creare assembramenti. Proprio al fine di evitare la presenza di troppe persone, quest’anno verrà effettuato un rigoroso conteggio delle presenze, assicurato dalla prevendita dei ticket, che avverrà on line.

Il biglietto d’ingresso può essere acquistato solo on line al seguente link ad un costo di 30 euro ai quali dovranno essere aggiunti 2 euro di diritti di prevendita.

Terre di Toscana è un evento di L’Acquabuona, testata giornalistica on-line che dal 1999 racconta con passione e professionalità l’enogastronomia e l’agroalimentare del Bel Paese. Acquabuona.it da 10 anni è anche organizzatrice di “Vini d’Autore-Terre di Italia”, a cui ogni anno prendono parte 80 cantine “autoriali” provenienti da tutto lo stivale, la cui prossima edizione si svolgerà il 22 e 23 maggio 2022.

close