Extravergine, due giorni per conoscere i segreti dell'analisi sensoriale

Il 18 e il 19 dicembre Assoprol promuove un corso di approfondimento sull'olio extravergine d'oliva

339

Saper riconoscere un olio extravergine d’oliva di qualità, difendersi dalle contraffazioni e non farsi ingannare sul prezzo: è in annate difficili come questa, caratterizzate da una minore disponibilità di prodotto, che il consumatore deve alzare la guardia per essere sicuro di portare in tavola un olio buono e sano.

«La tradizione da sola non basta, occorrono conoscenza e cultura per sapere che l’extravergine è un alimento utile per la nostra salute, e soprattutto per valutare il prodotto che stiamo per acquistare» conferma Ritano Baragli, vicepresidente Fedagri Confcooperative.

Per questo, gli Olivicoltori associati di Firenze e Prato (Assoprol), il 18 e il 19 dicembre, organizzano il corso “Olio extravergine di oliva: proprietà nutrizionali e normativa”. Le due lezioni, rivolte a un pubblico di addetti ai lavori, di consumatori e appassionati, si svolgeranno dalle 15 alle 18,30 a Firenze, presso Analytical Food (via Orcagna 70).

Mercoledì 18, verranno illustrate le modalità di assaggio e di analisi sensoriale dell’olio e le nozioni utili per riconoscere le caratteristiche di pregio o i difetti. Il giorno successivo, giovedì 19, verranno spiegate le caratteristiche chimiche e nutrizionali dell’extravergine. Il corso ha un costo di 50 euro per gli associati Assoprol e di 65 per i non soci. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per informazioni e prenotazioni: info@assoprolfirenze.com.

close