Una passeggiata narrativa nella Firenze del Novecento, tra aneddoti, strade e palazzi ma anche piccole e grandi curiosità: “Storie di Firenze” è un piacevole racconto narrato con gli occhi della sua autrice, Serena Bedini, che incontro in uno dei luoghi verdi di Firenze, il giardino del Museo Stibbert.

“Più o meno tutti i fiorentini sono passati da qui da bambini e ci hanno portato i propri figli a giocare, – racconta Serena – quindi era inevitabile parlarne in questo libro che narra di Firenze da un punto di vista diverso, non affronta il tema del Rinascimento bensì del Novecento, all’indomani di quella spinta a livello economico che il Regno d’Italia portò a Firenze, con tante persone che vi convergevano perché era la capitale e quindi c’era molto lavoro; ci fu indubbiamente anche un fermento culturale importante non solo per l’Italia di quell’epoca ma anche per tutta Europa. Raccontare Firenze non solo per la sua bellezza riconducibile al Medioevo, al Rinascimento, eccetera ma anche per quella che deriva dal Novecento”.

Pallazzeschi, Cignognani e Pratolini sono solo alcune delle testimonianze dei molti grandi scrittori, intellettuali e autori del Novecento alle quali Serena attinge per raccontare una città vera e genuina.

“Tra i vari argomenti mi sono soffermata su Mario Luzi, che si muoveva tra il centro di Firenze, Piazza del Carmine e il liceo Galileo, e poi ancora il centro storico, con San Lorenzo ritornando verso via Cerretani dove si svolse il il famoso incontro tra il ladro della “Gioconda” e l’allora direttore degli Uffizi per recuperare questo quadro bellissimo che, tutti ormai sappiamo, fu incredibilmente rubato ma anche riconsegnato proprio a Firenze”.

Il libro “Storie di Firenze” di Serena Bedini è edito dalla casa editrice Odoya è disponibile nelle migliori librerie e store online.

close
adv