“Spighe verdi”: Premio ai comuni più sostenibili

Castellina in Chianti, Massa Marittima, Castagneto Carducci, Fiesole e Bibbona hanno ottenuto la Spiga Verde 2018, il riconoscimento di FFE- Foundation for Environmental Education, arrivato alla terza edizione, che premia i comuni che riescono ad attuare strategie di gestione del territorio in grado di portare benefici all’ambiente e alla comunità, sia in termini di qualità della vita che dei livelli occupazionali.

L’FFE è impegnato in 73 paesi del mondo e gestisce anche l’assegnazione delle Bandiere blu, eco-label volontario assegnato alle località turistiche balneari. In Italia sono 31 le località che hanno ottenuto la Spiga Verde e la Toscana è la seconda regione italiana per numero di comuni vincitori, dopo le Marche con 6 località.

Sono dunque 5 i comuni toscani hanno rispettato pienamente gli indicatori che FEE Italia ha condiviso con Confagricoltura, elementi in grado di fotografare le politiche di gestione del territorio e indirizzarle verso criteri di sostenibilità. Eccone alcuni: la partecipazione pubblica; l’educazione allo sviluppo sostenibile; il corretto uso del suolo; la presenza di produzioni agricole tipiche, la sostenibilità e l’innovazione in agricoltura; la qualità dell’offerta turistica; l’esistenza e il grado di funzionalità degli impianti di depurazione; la gestione dei rifiuti con particolare riguardo alla raccolta differenziata; la valorizzazione delle aree naturalistiche eventualmente presenti sul territorio e del paesaggio; la cura dell’arredo urbano.

La Commissione di Valutazione si è avvalsa del contributo di diversi Enti istituzionali come il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo; il Ministero per i Beni e le Attività Culturali; il Comando Unità Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare dell’Arma dei Carabinieri; l’ISPRA, il CNR e Confagricoltura.
“Un importante riconoscimento, che premia la Toscana dell’agricoltura sostenibile – spiega Francesco Miari Fulcis, presidente di Confagricoltura Toscana – La salvaguardia dell’ambiente è un investimento sociale ed economico di lungo periodo a cui contribuiscono in maniera determinante le nostre aziende agricole, accompagnate e supportate da una corretta politica dei territori delle amministrazioni pubbliche più illuminate. La nostra associazione è parte attiva in questo processo e continuerà il suo impegno affinché il prossimo anno siano sempre più numerose le aree rurali premiate”

redazione rossorubino

View posts by redazione rossorubino
La redazione di rossorubino.tv aggiorna quotidianamente il webmagazine con notizie dalla Toscana
Scroll to top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: