Si amplia così la compagine sociale della società di ristorazione mista a maggioranza pubblica, nata nel 2002 per volontà del Comune di Bagno a Ripoli, dell’allora Azienda Sanitaria Locale 10 di Firenze e di Gemeaz Cusin Spa (oggi Gemeaz Elior SpA). L’ingresso dei nuovi soci avviene con l’acquisizione da parte di ciascuno di quote pari allo 0.1%, con l’obiettivo condiviso da tutti i Comuni di crescere in quota di capitale sociale ed essere parte attiva e protagonisti della società. Le quote di SIAF, con i nuovi aderenti, saranno pertanto ripartite come segue: il 52% pubblico (suddiviso tra Ausl Toscana Centro, Comune di Bagno a Ripoli e Comuni di Mugello e Valdisieve); il 48% privato (detenuto da Gemeaz Elior SpA). Oltre al fatturato, con l’ingresso dei nuovi soci, aumenterà la fornitura dei pasti nel settore della refezione scolastica che dagli attuali 245 mila circa l’anno saliranno ad oltre 1 milione l’anno quando progressivamente, alla scadenza dei precedenti contratti, le nuove amministrazioni aderenti impiegheranno SIAF come fornitore per la mensa quotidiana dei loro alunni. Allo stesso tempo, la società potrà veder aumentare anche il proprio patrimonio immobiliare, con il conferimento e/o l’impiego di cucine e attrezzature di proprietà dei nuovi Comuni aderenti, oltre all’ampliamento e alla ristrutturazione della cucina presente a Bagno a Ripoli.

L’ampliamento del numero di soci consentirà di replicare nei territori del Mugello e della Valdisieve l’esperienza e i risultati ottenuti in quasi venti anni di attività nel comune di Bagno a Ripoli. Più volte, nel tempo, SIAF si è contraddistinta nel panorama nazionale e non solo come mensa di assoluta qualità, risultando tra le migliori refezioni di Italia e di Europa per Slow Food.  Caratteristiche fondanti di SIAF, la predilezione di prodotti della filiera corta e a Km zero, attraverso un rapporto diretto con il territorio e i produttori locali. Senza limitarsi alla sola preparazione del pasto, la società è nota per la creazione di percorsi di educazione alimentare, laboratori a cui ragazzi e famiglie possono partecipare, iniziative contro gli sprechi alimentari e nei confronti della sostenibilità ambientale: impegni che da sempre si estendono oltre i confini del mondo scolastico per gettare le basi di una vera e propria “comunità del cibo” educante. 

“SIAF cresce – spiega il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini – e questo era l’obiettivo che ci eravamo prefissati. Estendere un modello vincente, apprezzato dalle scuole e dalle famiglie di Bagno a Ripoli, in Comuni con cui condividiamo appieno la filosofia e la ricerca della qualità, una priorità a maggior ragione in un settore strategico come la refezione dedicata ai più piccoli. Ma anche gettare le basi per strutturare ancora di più e dare futuro alla società di refezione, uno dei fiori all’occhiello del nostro territorio”.

“Sicurezza, qualità, tutela del servizio e creazione di una vera e propria comunità del cibo. L’ingresso di quattro comuni del Mugello all’interno di SIAF – dichiarano i sindaci mugellani di Borgo San Lorenzo, Paolo Omoboni, di Dicomano, Stefano Passiatore, di Scarperia e San Piero, Federico Ignesti, e di Vicchio, Filippo Carlà Campa – permetterà di valorizzare la mensa comunale come territorio, mantenendo gli attuali centri di cottura, puntando sulle realtà locali, promuovendo con forza quel sistema del mangiar sano che ci distingue senza perdere la visione strategica del servizio e rafforzando il controllo degli Enti locali. Un’unica visione che mira sempre di più a educare i nostri bambini a riconoscere il cibo di qualità limitando gli sprechi e incentivando l’attenzione a quelle attività che nel tempo hanno contribuito a tutelare l’ambiente che ci circonda. Non solo una garanzia di sicurezza e qualità, ma anche e soprattutto una visione futura d’insieme”.

“Siamo entrati in SIAF – dichiarano il sindaco di Pelago, Nicola Povoleri, la sindaca di Pontassieve, Monica Marini, e il sindaco di Rufina, Vito Maida – perché crediamo in un modello di ristorazione collettiva che punti sulla sostenibilità e qualità della filiera alimentare e sul legame con il territorio. Questa decisione è un passo importante per i nostri Comuni che, così, entrano a far parte di una società in cui il pubblico e il privato collaborano per offrire un servizio di eccellenza, incentrato su prodotti locali e che sa creare percorsi per una corretta e consapevole educazione alimentare. Il fatto che SIAF abbia messo a disposizione di un territorio ampio la sua competenza e un’esperienza di così grande valore, riconosciuta sia a livello nazionale sia europeo, è il segno di una condivisione di intenti delle nostre Amministrazioni e della capacità di fare rete per migliorare servizi e qualità della vita dei nostri cittadini”.

“Molto positivo – dichiara il direttore dello staff della direzione generale dell’Ausl Toscana Centro, Valerio Mari – quando c’è una convergenza di intenti su progetti di questa rilevanza. Quella di SIAF è un’esperienza su cui l’Azienda, allora Asl 10 di Firenze, aveva creduto insieme al Comune di Bagno a Ripoli, ed oggi questo bellissimo servizio di qualità si amplia e si estende sull’area vasta centro. L’adesione di nuovi Comuni andrà ad arricchire la produzione e la possibilità di diffondere i principi del chilometro zero, del cibo controllato, delle dietiste che lavorano sui pasti equilibrati, princípi cardine di SIAF e un valore aggiunto per le comunità”.

Oltre al servizio di refezione scolastica, SIAF si occupa anche del servizio di ristorazione delle strutture ospedaliere dell’Azienda Usl Toscana Centro presso gli ospedali Santa Maria Annunziata a Ponte a Niccheri, Torregalli, Santa Maria Nuova, Serristori e l’Ospedale del Mugello, degli alberghi sanitari e di alcune residenze sanitarie dell’area fiorentina. La società si occupa inoltre di ristorazione privata e pubblica in ambito socio-sanitario e aziendale.

La presentazione del progetto di ampliamento della compagine societaria di SIAF si è svolto stamani presso la sede di via Don Perosi a Bagno a Ripoli alla presenza dei nuovi Comuni soci e del presidente di SIAF Angelo Di Bella.

close
adv