Sant’Orsola, partita la gara per i tetti. Lavori entro l’anno | VIDEO

Pronto e finanziato anche il progetto per le facciate Il sindaco Nardella: “Interverremo direttamente come Cittá metropolitana. Per la destinazione finale lavoreremo insieme ai cittadini del quartiere

La Città Metropolitana ha fatto partire in questi giorni, subito dopo aver avuto l’atteso parere della Soprintendenza sul progetto, la gara per il rifacimento delle coperture del complesso di Sant’Orsola. La scadenza per le offerte è il 5 settembre, si prevede che i lavori, dopo i tempi tecnici necessari per l’affidamento, inizino entro l’anno. La spesa finanziata per i nuovi tetti è di 1,6 milioni.

Pronto anche il progetto preliminare per il rifacimento delle facciate, che sarà oggetto di una ulteriore gara che, completata la fase esecutiva alla fine di settembre e ottenuto il via libera dalla Soprintendenza, si ipotizza potrà partire prima della fine dell’anno. Per questo intervento sono previsti nel quadro economico altri 2,8 milioni di euro.
Ne dà notizia oggi il sindaco Metropolitano Dario Nardella, che segue quotidianamente il lavoro dei tecnici, all’opera per dare una sistemazione definitiva al complesso di Sant’Orsola e restituirlo alla città.

“Dopo il venir meno della proposta privata dei mesi scorsi – ha detto il sindaco Nardella – ho deciso di prendere il toro per le corna e di intervenire direttamente come Città Metropolitana, trovando le risorse necessarie per l’inizio dei lavori. Partiamo con i lavori strutturali, che sono fondamentali per avviare la riqualificazione e procedere successivamente con il completamento degli spazi interni per il quale siamo già al lavoro per trovare la migliore soluzione di finanziamento attraverso un partenariato pubblico/privato”. “Per la destinazione finale dell’intero complesso – ha spiegato – lavoreremo insieme ai cittadini del quartiere per individuare le migliori soluzioni compatibili con il progetto di riqualificazione. La rinascita di Sant’Orsola è una risposta all’intero quartiere, sia in termini culturali e di vivibilità, che dal punto di vista del degrado. É un patrimonio della nostra comunità che deve essere vissuto appieno da chiunque, a partire dai fiorentini”.

In parallelo con l’intervento sulle facciate, che riguarderà i quattro fronti del complesso su via Sant’Orsola, via Guelfa, via Panicale e via Taddea, sarà sviluppata anche la progettazione di un percorso fruibile per fiorentini e turisti della zona degli scavi archeologici, che comprende alcuni locali e due cortili interni. Questo ulteriore affidamento comporterà lavori di adeguamento e agli infissi.
Intanto proprio oggi operatori della protezione civile metropolitana hanno completato un intervento, iniziato lunedì, di svuotamento del parcheggio al piano interrato di Sant’Orsola dalle acque accumulate.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: