Rotary Club, tre borse di studio per “Un master per la pace”

Un percorso innovativo che mette al centro il dialogo e la riduzione del conflitto. Un modo di comunicare alternativo che sposa l’ideale rotariano

Nella splendida cornice del “Sina Villa Medici” di Firenze si è svolta la consegna delle tre borse di studio per “Un master per la Pace”, sostenute dal “Rotary Club Firenze Lorenzo il Magnifico”, dal “Rotary Club Firenze Brunelleschi” e dal “Rotary Club San Casciano-Chianti”. L’obbiettivo del master è quello di fornire strumenti, strategie e proposte di sviluppo inerenti alla consapevolezza delle potenzialità insite nella relazione umana.

LG Grand Prix Watches
“Un modo di arricchire i rapporti interpersonali e favorire il rapporto di parità”, così Sandra Ricci, presidente del “R.C. San Casciano Chianti”.

Nella stessa direzione vanno anche le parole di Paola Del Mastio, presidente del “R.C. Lorenzo il Magnifico”. “Questo Master sposa in pieno il nostro ideale rotariano ed è il proseguo di alcuni progetti che stiamo portando avanti nel settore sociale, come contribuire allo sviluppo di strutture per i soggetti più deboli”.

Parola anche a   Daniele Guetta, presidente del “R.C. Brunelleschi”. “Il nostro Rotary Club, è stato subito entusiasta di finanziare le borse di studio relative a questo master, perché rappresenta fedelmente i nostri principi. Dialogo e non violenza. Aggiungo che avevamo già stabilito alcuni “service”, come il distribuire dei volumi nelle scuole medie sulle malattie sessualmente trasmissibili”.

 

Renato Palma, medico, psicoterapeuta e fondatore dell’Associazione “Democrazia Affettiva” (sostenitrice anch’essa di una borsa di studio), ci indica cosa rappresenta questo master e quali siano stati i requisiti necessari per ottenere la borsa di studio. “Questo master propone la facilitazione delle relazioni, considerando tutti i soggetti pari tra loro, la rinuncia all’uso della forza e la promozione del rispetto delle preferenze individuali. Sintetizzando, i dogmi della “Democrazia affettiva”.  I requisiti per l’assegnazione delle borse di studio sono stati scelti combinando, punteggio di laurea, più giovane età e tempi di iscrizione al Master più rapidi”.

Soddisfazione anche nelle parole della “Professoressa Silvia Guetta, professore ordinario di “Pedagogia generale e sociale” presso l’Università degli Studi di Firenze. “Questa bella iniziativa nasce dalla sinergia tra i tre Rotary Club e l’Università degli Studi di Firenze. La borsa di studio è un premio per quei soggetti che per il loro percorso accademico si sono dimostrati realmente meritevoli. Concludo dicendo che il Master, arricchirà non solo da un punto di vista culturale e umano ma consapevolizzerà i partecipanti che un nuovo modo di comunicare e affrontare i conflitti è possibile”.

Enjoy Chianti

Paolo Briganti

View posts by Paolo Briganti
Paolo Briganti, fiorentino doc, nato nel 1985, laureato in Media e Giornalismo e poi in Criminologia. Di interessi ne ho molti, tra cui vivere a pieno la vita. Mi piace tutto quello che può essere scritto e raccontato con passione e entusiasmo. Il mio motto è Per aspera ad astra, attraverso le asperità fino alle stelle.
Scroll to top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: