adv

Il Premio Fiora 2019, premio artistico internazionale per l’arte contemporanea promosso da Acquedotto Del Fiora Spa e organizzato in collaborazione con Gad Art Factory, a cura di Alessandra Barberini, con il Patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Grosseto, il Patrocinio, il sostegno e la collaborazione di Comune di Grosseto e Comune di Siena, è giunto ad una tappa fondamentale del suo percorso: dopo tre conferenze stampa e mesi di attesa, il bando si chiuso il 15 settembre 2019 e sono pervenute le candidature di 30 progetti di artisti, designer, fotografi, artigiani, creativi in generale, in gara per le due categorie proposte, Under 29 ed Over 30. Gli artisti i cui progetti hanno superato la selezione stanno allestendo proprio in questi giorni le loro opere in vista del vernissage della mostra, che avrà luogo sabato 12 ottobre 2019 alle ore 18 nella prestigiosa cornice del Granaio Lorenese della Fattoria Granducale di Alberese (GR).

“Siamo molto emozionati perché si avvicina la mostra dei progetti selezionati per la prima edizione del Premio Fiora, – commenta la curatrice Alessandra Barberini – con il tema “le forme dell’acqua, dall’immobilità all’eterno cambiamento”, abbiamo voluto agitare un po’ le acque, stimolare gli artisti ad osare attraverso il pensiero creativo, ad uscire dagli schemi ed a mostrare la loro personalità, al di là delle barriere ideologiche, linguistiche e culturali: infatti si tratta di un concorso aperto a tutti gli artisti maggiorenni, e volutamente internazionale, senza carattere di territorialità nella ricerca degli artisti. Siamo soddisfatti della risposta di coloro che hanno accettato la sfida e si sono messi in gioco, anche perché parlando di acqua si solleva una questione molto importante e delicata che ovviamente sta a cuore a tutti: è un elemento essenziale per la sopravvivenza, è al centro dei più attuali dibattiti etici ed ecologici, ma è anche principio ispiratore dell’arte, della filosofia e della cultura da millenni”.

Gli artisti che hanno visto arrivare in finale i loro progetti sono, rigorosamente in ordine alfabetico: Andrea Amorusi, Paolo Andruccioli, Domenico Asmone, Emiliano Baldi, Marco Barazzuoli, Eleonore Barmaverain, Claudio Bindi, Paola Bolletti, Eleonora Chiarugi, Darte Shilha Cintelli, Pietro Corridori, Mattia Crisci, Sara Lovari, Gianpaolo Marchesi, Giuliano Mastrangelo, Simona Merlo / Daniele Zacchini, Giuseppe Orfino, Shura Oyarce Yuzzelli, Roberto Pupi / Carlo Cantini, Rossella Rispoli Segato, Riccardo Saltini, Paola Santagostino, Simona Eva Saponara, Franziskus Schmid, Sergio Spataro, Claudio Spinelli, Danilo Susi, Massimo Turlinelli, Adriano Veldorale, Pengpeng Wang.

adv

“Siamo molto soddisfatti per l’interesse suscitato – commenta il consigliere di amministrazione di Acquedotto Del Fiora Paolo Prisciandaro – Le candidature pervenute sono state 120, un numero elevato considerato che siamo alla prima edizione, mentre ben 31 sono stati i progetti ammessi alla mostra finale, segno della loro elevata qualità. Come AdF siamo felici di contribuire a valorizzare il nostro territorio attraverso questo tipo di iniziative e invitiamo tutti i cittadini a visitare la mostra, allestita in uno dei luoghi più suggestivi della Maremma”.

Con l’apertura dell’esposizione dei finalisti del Premio Fiora verranno mostrati al pubblico i progetti selezionati, dopodiché la Giuria di Qualità, presieduta dal prof. Carlo Sisi, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, avrà il compito di individuare i due progetti vincitori ed attribuire le eventuali menzioni speciali. Il Finissage/ Cerimonia di Premiazione dei vincitori avrà luogo presso il Granaio Lorenese domenica 27 ottobre 2019 alle ore 18.

L’arte contemporanea quale strumento di conoscenza della realtà ed insostituibile stimolo allo sviluppo di un pensiero innovativo, questa è la ferma convinzione di Acquedotto Del Fiora, che tramite l’istituzione di un premio di respiro internazionale, dopo anni di promozione di eventi culturali nel territorio in cui opera, esprime la chiara volontà di contribuire alla ricerca artistica, credendo nella necessità di attivare processi di sensibilizzazione sociale e culturale sul significato, consumo della risorsa idrica, dal valore incommensurabile per l’intera umanità.

Oltre a ricevere il Premio Acquisto, che rappresenta un tassello della volontà di istituire una collezione “corporate” da parte di Acquedotto Del Fiora, i due vincitori saranno protagonisti di mostre personali a Siena presso l’Ex Collegio di San Marco nel periodo di dicembre 2019/gennaio 2020, ovviamente sotto l’egida di Gad Art Factory. Il Premio Fiora 2019 ha ottenuto la mediapartnership di Exibart.

PREMIO FIORA 2019 – MOSTRA FINALISTI
Vernissage: sabato 12 ottobre 2019 ore 18
Finissage/Premiazione: domenica 27 ottobre 2019 ore18
Apertura: venerdì sabato e domenica
Ingresso libero

RESTA SEMPRE INFORMATO, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER