adv

Pietro Lombardi Classe 45 imprenditore fiorentino sarà il presidente per l’annata 20/21 del RC Firenze Lorenzo il Magnifico, riceve il collare da Rita Pelagotti in un momento particolarmente difficile per l’italia e per Firenze. L’evento si è svolto nel corso della prima conviviale post lockdown svolta nel giardino di Villa Viviani a Firenze Giovedì 25 Giugno 2020, mantenendo il distanziamento sociale richiesto dalla normativa.

Rita Pelagotti e Pietro Lombardi

“Il Rotary è nato per servire” – racconta Pietro Lombardi, presidente RC Firenze Lorenzo il Magnifico– “e nella mia annata i service saranno devoluti alle persone disagiate, in particolare generi alimentari. A nostro supporto avremo anche i giovani del Rotaract, che considero la nostra spina dorsale. I giovani trasmettono a tutti noi una spinta incredibile e speranza per il futuro.”

“Il periodo del lock down a cui è succeduto il distanziamento è stato fortemente sentito da tutti noi, ma non possiamo sottovalutare l’aspetto positivo che nel Club non abbiamo avuto contagi fra i nostri soci e questo è un aspetto da non sottovalutare” – sottolinea Rita Pelagotti, past president RC Firenze Lorenzo il Magnifico – “L’annata rotariana 2019 -20 è stata fortemente penalizzata, ciò nonostante gli obiettivi che ci eravamo proposti sono stati raggiunti: Nell’anno sono entrati quattro nuovi soci ed abbiamo avuto modo di riabbracciare il nostro caro precedentemente uscito.“

adv

Segue l’elenco dei service svolti dal RC Firenze Lorenzo il Magnifico nell’annata 2019/2020:

  1. Donazione del costume e della bandiera del capitano di campo al Corteo Storico Fiorentino;
  2. Donazione di macchinari sanitari in Argentina insieme al RC Fiesole e Firenze Sud rientranti nel Global Grant;
  3. Donazione di poltrone per il prelievo del sangue e di un elettrocardiografo all’associazione Fratres, con il contributo della Rotary Foundation;
  4. Raccolta fondi per la polio plus, in inteclub con gli altri rotary di area medicea con l’apertura della stagione musicale sinfonica al Teatro Verdi;
  5. Con l’avanzo della gestione 2018-2019 insieme al past president Paola Del Mastio il club ha concordato di acquistare un tornio per la lavorazione del legno donato al laboratorio di falegnameria e restauro dei ragazzi di Villa Lorenzi;
  6. Donati 5000€ alla Fondazione di Careggi per le borse di studio di ricerca sulle patologie femminili, in occasione della cena degli auguri in Palazzo Vecchio, salone dei 500;
  7. In interclub con Fiesole, donati 2500€ all’associazione ASS.C.A per l’acquisto di beni che aiutano la riabilitazione dei celebro lesi;
  8. A seguito dell’emergenza alimentare successiva al COVID 19 il club con altri fra cui Le Signe e Fiesole ha effettuato una donazione di 100 pasti alla Caritas;
  9. Il Club ha partecipato alla donazione insieme ad altri club dei condizionatori offerti alla protezione civile per le case della quarantena in Firenze Viale Guidoni;
  10. Il Club ha effettuato una donazione di 2000€ sempre alla Caritas per l’acquisto di 50 spese settimanali per le famiglie bisognose sostenute sempre dalla Caritas;
  11. Donati all’associazione Voa Voa Onlus di Caterina Ceccuti 500€ per il progetto “Gocce di Luce”, per l’acquisto dei test di indagine sui neonati di malattie rare.
  12. Donati 4 iPad di connessione veloce per OTT (Organizzazione Toscana Trapianti) e consegnati alla socia Marilù Bartiromo.
Rita Pelagotti e Marilù Bartiromo

Gli obiettivi per l’A.R. 2020 2021, tracciati da Lombardi nel discorso di insediamento, sono principalmente rivolti ai service sul territorio ed in particolare alla fornitura di dispositivi di connessione per l’insegnamento ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie, ed alla valorizzazione dei giovani.

I Soci del Rotary hanno un’età media molto elevata e la necessità di rinnovarsi con nuove idee e l’aggregazione dei giovani è essenziale per la sopravvivenza dell’organizzazione.

Anche gli strumenti di connessione e di aggregazione sperimentati dalla past president Pelagotti, per consentire ai soci di continuare la propria attività, sono diventati un “must”, che non sostituirà le conviviali, ma le affiancherà, consentendo anche a chi è lontano dalla sede di incontro per motivi di lavoro, familiare o altro di connettersi e sentirsi vicino ai Soci.

Tanti i progetti del club anche per il prossimo futuro, tra questi il service in favore del Corteo Storico Fiorentino.

“Rifaremo il costume del maestro dei musici” – dichiara Filippo Giovannelli, direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina – “una delle figure più importanti del corteo. Riprenderemo un bozzetto del 1930 con gli stessi colori e materiali dell’epoca.“

Per questo giorno particolare, il passaggio della campana, il club si è ritrovato in conviviale presso Villa Viviani, ma nei momenti di lockdown, ha sempre mantenuto vive le attività, grazie anche all’utilizzo di piattaforme on line. Queste attività ed il momento di difficoltà vissuto da tutti, ha compattato ulteriormente la grande amicizia tra tutti i soci del club.

Nel corso della bella serata, sono stati consegnati da Rita Pelagotti 9 Paul Harris Fellow, la massima onorificenza rotariana che fu istituita nel 1947, alla morte del fondatore. I riconoscimenti sono stati attribuiti a i soci che si sono distinti nell’attività del Club, contribuendo fattivamente al raggiungimento degli obiettivi dello stesso:

Roberta Bambagini (per l’annata 2018/2019 presidente Paola Del Mastio), Santoni Viola, Casali Andrea, D’aliesio Pino, Bacci Sauro , Bendinelli Chiara, Delfino Alessandro , Schillaci Francesco, Steinhauslin Carlo, Marco Casini

La serata si è conclusa con la consegna da parte di Rita Pelagotti ad alcuni soci, che nell’anno appena trascorso si sono distinti per il contributo al club, dei gioielli realizzati dal maestro artigiano Lorenzo Foglia “Il Rotary nel cuore” ed alcune copie dell’ultimo romanzo di Caterina Ceccuti “Ti insegnerò la notte”.

Tutti gli appuntamenti e le attività del club sono consultabili sul sito rotarylorenzoilmagnifico.it