Banco Fiorentino

Note al Museo, al via la quinta edizione

La rassegna di concerti realizzata dall’Opera di Santa Maria del Fiore partirà il 31 ottobre 2019. Il programma

Storica Fattoria Palagiaccio

Giunge all’importante traguardo della quinta edizione Note al Museo, la rassegna di concerti realizzata dall’Opera di Santa Maria del Fiore con la direzione artistica di Francesco Ermini Polacci, e che si svolge nella spettacolare Sala del Paradiso del Museo dell’Opera del Duomo. Ed è per festeggiare l’occasione che l’edizione 2019-20 (6 concerti, 31 Ottobre – 20 Marzo) si presenta particolarmente dinamica e varia nelle proposte, senza rinunciare a quell’elevata qualità degli interpreti che fin dall’inizio contraddistingue la rassegna: «il nuovo cartellone è stato infatti ideato esplorando i generi, i repertori e le combinazioni strumentali più differenti, e puntando alla particolarità di programmi studiati a quattro mani con i musicisti, a rafforzare così quella formula che rende la rassegna unica nel suo genere e nel panorama italiano», dice Francesco Ermini Polacci.

«Con Note al Museo l’Opera di Santa Maria del Fiore, nel perseguimento dei suoi fini istituzionali, porta avanti una significativa attività di promozione e valorizzazione culturale», afferma Luca Bagnoli, presidente dell’Opera di Santa Maria del Fiore, aggiungendo che «in questi anni la rassegna è ormai diventata un appuntamento irrinunciabile e ambito per gli appassionati di musica, attratti dal livello artistico degli interpreti e incuriositi dall’originalità dei programmi appositamente ideati». Alla varietà di programmi inusuali e alla qualità degli interpreti si uniscono la bellezza e il valore artistico della location dei concerti, la Sala del Paradiso con la ricostruzione della facciata del Duomo di Firenze e le tre porte del Battistero: ciascun concerto diventa così anche un momento di dialogo fra opere d’arte e musica, nel nome della bellezza. Un valore aggiunto a quei principi di valorizzazione e promozione culturale che da sempre guidano le attività dell’Opera di Santa Maria del Fiore.

I concerti (ore 21.00) sono ad ingresso libero ma con prenotazione obbligatoria (fino ad esaurimento dei posti disponibili), ed è possibile prenotarsi secondo due modalità: recandosi di persona alla portineria dell’Antica Canonica di San Giovanni (piazza San Giovanni 7) o compilando l’apposito form al link https://operaduomo.firenze.it/eventi, in entrambi i casi a partire dal giovedì della settimana precedente la data del concerto (ore 9.00 – 12.00).

Officina dei Saponi

Note al Museo si inaugura Giovedì 31 Ottobre, con un ritratto a tutto tondo di George Gershwin, autore celeberrimo ma in fondo poco frequentato nelle sale da concerto. Gershwin è stato fra i primi musicisti ad accostare classica e jazz, realizzando un felicissimo mix con il quale ha in fondo gettato le basi per i generi del crossover e della contaminazione oggi particolarmente diffusi.

A quella visione coraggiosa e profetica rende omaggio il programma “Play Gershwin” presentato da tre musicisti d’eccezione e particolarmente affini con quel mondo, i fratelli Pieranunzi, Enrico (pianoforte) e Gabriele (violino), e Gabriele Mirabassi (clarinetto), che si sono riuniti in trio nel 2013 per condividere nello spirito di un ensemble il gusto classico e la sensibilità jazz di ciascuno di loro. In vari abbinamenti strumentali, ripercorrono il percorso artistico di Gershwin attraverso i suoi più celebri capolavori, presentandoli in efficaci trascrizioni e in piacevoli elaborazioni realizzate da Enrico Pieranunzi.

«La musica di Gershwin», dice Pieranunzi, «ha la caratteristica di mantenere intatta la sua travolgente vitalità e la sua potente, inequivocabile identità anche quando l’organico in uso è del tutto diverso da quelli originali». Oltre a celeberrime pagine, come An American in Paris, la Rhapsody in Blue e momenti dall’opera Porgy and Bess (nella trascrizione del leggendario violinista Jasha Heifetz), il programma include anche Variazioni su un tema di Gershwin: un brano che Enrico Pieranunzi ha composto su un tema che Gershwin annotò su un foglietto, emerso poi a sorpresa in un baule di manoscritti ritrovato da Ira, il fratello del musicista americano.

Con il concerto di Giovedì 28 Novembre, Note al Museo dà spazio alle più promettenti leve dell’interpretazione di domani, ospitando per la prima volta due giovani quartetti d’archi italiani, il Quartetto Indaco e il Quartetto Echos. Sono stati espressamente riuniti per eseguire insieme un programma che accoglie due gioielli di rara esecuzione, anche nel loro abbinamento: l’Ottetto di Mendelssohn, tutto percorso dalla vitale eleganza del suo autore sedicenne, e l’Ottetto di Bruch, che il compositore scrisse pochi mesi prima della morte, nel 1920, e rimasto nell’oblio per quasi ottant’anni. Il Quartetto Indaco nasce alla Scuola di Musica di Fiesole nel 2007, ed ha ricevuto il premio speciale “Jeunesses Musicales” nell’ambito del rinomato Premio Paolo Borciani. Ha collaborato con musicisti di fama internazionale, come il pianista Bruno Canino, il mandolinista Avi Avital, il violoncellista Valentin Erben, fondatore del leggendario Quartetto Alban Berg. Il Quartetto Echos nasce invece al Conservatorio Verdi di Torino nel 2013, si perfeziona con il Quartetto di Cremona all’Accademia Walter Stauffer, e nel 2016 vince il Premio Abbiati “Piero Farulli”, prestigioso premio della critica musicale italiana. Selezionato come ensemble dell’European Chamber Music Academy, ha già suonato per importanti stagioni concertistiche, come l’Unione Musicale di Torino e la Società del Quartetto di Milano. Il concerto è realizzato grazie all’importante collaborazione con Le Dimore del Quartetto, organizzazione che sostiene giovani quartetti d’archi nell’avvio della carriera e valorizza il patrimonio di dimore storiche, attraverso una rete creata con la partecipazione di Dimore Storiche Italiane, Fondo Ambiente Italiano ed European Historic Houses. All’associazione Le Dimore del Quartetto è stato di recente conferito l’“European Heritage Award/Europa Nostra Award 2019”, il più prestigioso riconoscimento europeo nell’ambito della conservazione e promozione del patrimonio.

Giovedì 12 Dicembre, Note al Museo celebra in musica il Natale, e lo fa con un ricco florilegio di famose ma anche rare pagine strumentali dell’epoca barocca italiana, direttamente ispirate dalla festa più attesa dell’anno. Da Corelli, con il notissimo Concerto “Fatto per la notte di Natale”, a Manfredini, da Scarlatti a Torelli e Vivaldi, il programma è stato appositamente disegnato per evocare suggestive atmosfere natalizie dei Sei-Settecento. A farle rivivere, con le sonorità degli strumenti d’epoca e stile filologico, è il gruppo italiano Concerto deCavalieri, con Federico Guglielmo violino principale, e sotto la bacchetta del suo fondatore Marcello Di Lisa. Una formazione che si è conquistata una sua notorietà internazionale grazie alla riscoperta di inedite partiture del Settecento italiano, documentata anche da un’articolata quanto premiata attività discografica, e a collaborazioni con cantanti di rilievo come Daniela Barcellona, Vivica Genaux, Ann Hallenberg, Andreas Scholl.

È un abbinamento sonoro assai poco frequentato nella storia della musica quello per due violini, ma l’appuntamento di Giovedì 16 Gennaio darà l’opportunità di scoprirlo in tutto il suo fascino, attraverso un panorama che dal Settecento giunge ai nostri giorni, rivelando continue, intriganti suggestioni sonore. Un vero e proprio viaggio in duetto, con brani di Vivaldi (fra i primi a sperimentare la combinazione dei due violini) e Haydn, di Telemann e Leclair, di Bartók, Berio (i noti Duetti-ritratti di interpreti e compositori) e Sollima: sono le tappe di un particolarissimo itinerario nel quale ci conducono due violinisti di prim’ordine come Chiara Zanisi e Stefano Barneschi, che a questo insolito repertorio hanno dedicato un fortunato cd sulle tracce del quale è stato costruito il loro programma di debutto per Note al Museo. Proprio per i loro due violini il versatile violoncellista-compositore Giovanni Sollima ha scritto nel 2017 Suite Case, una ‘valigia’ colma di trovate musicali per accompagnare questo percorso, e saranno anche alcuni di questi duetti a scandire la serata.

Tre secoli di musica per chitarra sola rivivono nell’appuntamento di Giovedì 20 Febbraio, nel variegato recital solistico di Eugenio Della Chiara, rinomato interprete protagonista di un’intensa attività concertistica in tutto il mondo e dedicatario di diverse pagine contemporanee. Fra originali e trascrizioni di celebri chitarristi (come Andrés Segovia, Francisco Tárrega), il virtuosistico programma tocca i nomi principe nella letteratura per chitarra, come Paganini e Tárrega, seguendo parallelamente anche un itinerario scandito dal tema del viaggio, riferito ad autori che l’hanno trattato nella propria musica, come Schubert (nel suo ciclo di Lieder Viaggio d’inverno) o che, per le ragioni più diverse, l’hanno vissuto in prima persona, come Mozart, che viaggiò per l’Europa alla ricerca dell’affermazione, e come l’esule Castelnuovo-Tedesco. Di quest’ultimo, un autore sul quale la programmazione di Note al Museo si è soffermata più volte, verrà presentato il funambolico Capriccio Diabolico, brano dagli effetti pirotecnici e temibile banco di prova per ogni virtuoso che si rispetti.

È una delle voci più amate e acclamate, soprano di fama internazionale presente sui più importanti palcoscenici, dalla Scala al Metropolitan, e fra le indiscusse regine del Belcanto oggi: Jessica Pratt è la protagonista del concerto conclusivo di Note al Museo, Venerdì 20 Marzo. Attesissima, presenta in esclusiva per la rassegna, e con l’autorevole accompagnamento al pianoforte di Gianni Fabbrini, un raffinato quanto accattivante programma incentrato sulla vocalità virtuosistica italiana dell’Ottocento. Arie ‘di bravura’ da camera e tratte da opere, di Donizetti, Bellini (l’aria di Giulietta da I Capuleti e Montecchi, il finale della Sonnambula), ma anche piacevolissime brevi pagine che sono diventate anch’esse cavalli di battaglia delle più celebrate cantanti di ogni tempo, come lo spumeggiante valzer cantato Il bacio di Luigi Arditi e la struggente Villanelle di Eva Dell’Acqua: un florilegio di puro virtuosismo canoro per ricomporre, anche attraverso alcune preziose rarità e brani per pianoforte solo degli stessi Rossini e Donizetti, un panorama emblema di un momento fondamentale della vocalità operistica femminile.

Programma

Giovedì 31 Ottobre 2019, ore 21.00
“Play Gershwin”: da An American in Paris alla Rhapsody in Blue
con il clarinetto di Gabriele Mirabassi, il pianoforte e il violino dei fratelli Pieranunzi

Giovedì 28 Novembre 2019, ore 21.00
Ottetti di Mendelssohn e Bruch con i Quartetti Indaco ed Echos

Giovedì 12 Dicembre 2019, ore 21.00
Natale barocco con il Concerto de’ Cavalieri e Marcello Di Lisa

Giovedì 16 Gennaio 2020, ore 21.00
Da Vivaldi a Sollima, viaggio in duetto con i violini di Chiara Zanisi e Stefano Barneschi

Giovedì 20 Febbraio 2020, ore 21.00
Tre secoli di musica in sei corde con la chitarra di Eugenio Della Chiara

Venerdì 20 Marzo 2020, ore 21.00
Arie di bravura e Belcanto con Jessica Pratt e Gianni Fabbrini

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria (fino ad esaurimento dei posti disponibili) a partire dal giovedì della settimana precedente al concerto (ore 9.00 – 12.00):
– portineria del Centro Arte e Cultura (piazza S. Giovanni 7)
– online sul sito https://operaduomo.firenze.it/eventi

Informazioni: Opera di Santa Maria del Fiore Tel. 055 2302885
eventi@operaduomo.firenze.it – www.operaduomo.firenze.it

Enjoy Chianti

redazione rossorubino

View posts by redazione rossorubino
La redazione di rossorubino.tv aggiorna quotidianamente il webmagazine con notizie e comunicati stampa dalla Toscana
Scroll to top
Fondazione Firmo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Gentilissimo Utente, con il presente documento ed in conformità all'art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (di seguito solo “GDPR”) Le vengono fornite le informazioni relative ai trattamenti dei Suoi dati personali effettuati all'interno di questo Sito web. TITOLARE DEL TRATTAMENTO. Il Titolare del trattamento è la società Chianti Multi Service S.r.l., con sede in 50012 Bagno a Ripoli, Via Chiantigiana, 103/103A, codice fiscale e partita iva 04838940486, e-mail info@chiantimultiservice.it tel. 0550163423 (di seguito solo “Titolare”) TIPOLOGIE DI DATI RACCOLTI E TRATTATI. Il presente sito web acquisisce e tratta i seguenti dati personali: Dati di navigazione I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet. In questa categoria di dati rientrano: gli indirizzi IP, il tipo di browser utilizzato, il sistema operativo, il nome di dominio e gli indirizzi di siti web dai quali è stato effettuato l'accesso, le informazioni sulle pagine visitate dagli utenti all'interno del sito, l'orario d'accesso, la permanenza sulla singola pagina, l'analisi di percorso interno ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente. Ulteriori categorie di dati Si tratta di tutti quei dati personali forniti dal visitatore attraverso il sito, ad esempio, scrivendo ad un indirizzo di posta elettronica indicati nell'apposita sezione presente sul sito web per richiedere informazioni oppure telefonando ai numeri di telefono per avere un contatto diretto con il Titolare. Cookie Le informazioni dettagliate dei cookie utilizzati dal sito web sono riportate nell'apposita informativa posta in calce alla presente. FINALITÀ E BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO. I dati raccolti sono trattati per perseguire le seguenti finalità: (a) consentire al Titolare di rispondere alle richieste di informazioni pervenute mediante e-mail ovvero per telefono; in ragione del legittimo interesse di quest'ultimo a garantire un servizio efficace di riscontro al cliente o potenziale cliente; (b) consentire all'utente una corretta fruizione e navigazione sul sito in ragione del legittimo interesse del Titolare a fornire un servizio adeguato e corretto tramite il proprio sito web ovvero del consenso dell'utente. DESTINATARI DEI DATI. I predetti dati non saranno oggetto di diffusione e potranno essere comunicati, oltre che ai dipendenti e collaboratori del Titolare, alla società che incaricata della gestione, manutenzione e controllo del sito web. Tale soggetto potrà visionare i dati solo per le finalità sopra indicate ovvero per prevenire o accertare eventuali attacchi informatici al sito web. DIRITTI DELL'INTERESSATO Infine, Le ricordiamo che in qualsiasi momento, mediante comunicazione da inviare al Titolare ai recapiti sopra indicati, in presenza dei presupposti di legge, potrà esercitare l’accesso ed ottenere la cancellazione, l’aggiornamento, la rettificazione, la limitazione e l’integrazione dei dati personali che la riguardano, nonché esercitare tutti i diritti previsti dal Capo III del GDPR e leggi nazionali nelle materie di loro competenza, ove ne ricorrano le condizioni. Potrà inoltre ricevere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico i dati personali che La riguardano. Conformemente a quanto previsto dall’art. 77 del Regolamento, può proporre reclamo all'Autorità di controllo della protezione dei dati competenti nel caso in cui ritenga che i Suoi diritti siano stati violati. Qualora il trattamento sia fondato sul nostro legittimo interesse potrà infine, in applicazione di quanto previsto dall’art. 21 del Regolamento, opporsi in qualsiasi momento al trattamento per motivi connessi alla Sua situazione particolare. INFORMATIVA COOKIE DEFINIZIONE GENERALE DI COOKIE. I Cookie sono pacchetti di informazioni inviate da un web server (es. il sito) al browser Internet dell'utente, da quest'ultimo memorizzati automaticamente sul computer e rinviati automaticamente al server ad ogni successivo accesso al sito. Per default quasi tutti i browser web sono impostati per accettare automaticamente i cookie. Tipicamente i cookie possono essere installati: (a) direttamente dal proprietario e/o responsabile del sito web (c.d. cookie di prima parte); (b) da responsabili estranei al sito web visitato dall'utente (c.d. cookie di terza parte). Ove non diversamente specificato, si rammenta che questi cookie ricadono sotto la diretta ed esclusiva responsabilità dello stesso gestore. Ulteriori informazioni sulla privacy e sul loro uso sono reperibili direttamente sui siti dei rispettivi gestori. TIPOLOGIE DI COOKIE. Questo sito web può utilizzare, anche in combinazione tra di loro i seguenti tipi di cookie classificati in base alle indicazioni del Garante Privacy e dei Pareri emessi in ambito Europeo dal Gruppo di Lavoro ex art. 29 del GDPR: Sessione, sono i cookie che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e si cancellano con la chiusura del browser, sono strettamente limitati alla trasmissione di identificativi di sessione necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti. Persistenti, sono i cookie che rimangono memorizzati sul disco rigido del computer fino alla loro scadenza o cancellazione da parte degli utenti/visitatori. Tramite i cookie persistenti i visitatori che accedono al sito (o eventuali altri utenti che impiegano il medesimo computer) vengono automaticamente riconosciuti ad ogni visita. I visitatori possono impostare il browser del computer in modo tale che accetti/rifiuti tutti i cookie o visualizzi un avviso ogni qual volta viene proposto un cookie, per poter valutare se accettarlo o meno. L'utente può, comunque, modificare la configurazione predefinita e disabilitare i cookie (cioè bloccarli in via definitiva), impostando il livello di protezione più elevato. Tecnici, sono i cookie utilizzati per autenticarsi, per usufruire di contenuti multimediali tipo flash player o per consentire la scelta della lingua di navigazione. In generale non è quindi necessario acquisire il consenso preventivo e informato dell'utente. Rientrano in questa fattispecie anche i cookie utilizzati per analizzare statisticamente gli accessi/le visite al sito solo se utilizzati esclusivamente per scopi statistici e tramite la raccolta di informazioni in forma aggregata. Non tecnici, sono tutti i cookie usati per finalità di profilazione e marketing. Il loro utilizzo sui terminali degli utenti è vietato se questi non siano stati prima adeguatamente informati e non abbiano prestato al riguardo un valido consenso secondo la tecnica dell'opt-in. Questi tipi di cookie sono, a loro volta, raggruppabili in base alle funzioni che assolvono in: Analitycs. sono i cookie utilizzati per raccogliere ed analizzare informazioni statistiche sugli accessi/le visite al sito web. In alcuni casi, associati ad altre informazioni quali le credenziali inserite per l'accesso ad aree riservate (il proprio indirizzo di posta elettronica e la password), possono essere utilizzate per profilare l'utente (abitudini personali, siti visitati, contenuti scaricati, tipi di interazioni effettuate, ecc.). Widgets, rientrano in questa categoria tutti quei componenti grafici di una interfaccia utente di un programma, che ha lo scopo di facilitare l'utente nell'interazione con il programma stesso. A titolo esemplificativo sono widget i cookie di facebook, google+, twitter. Advertsing, rientrano in questa categoria i cookie utilizzati per fare pubblicità all'interno di un sito. Google, Tradedoubler rientrano in questa categoria. Web beacons, rientrano in questa categoria i frammenti di codice che consentono a un sito web di trasferire o raccogliere informazioni attraverso la richiesta di un'immagine grafica. I siti web possono utilizzarli per diversi fini, quali l'analisi dell'uso dei siti web, attività di controllo e reportistica sulle pubblicità e la personalizzazione di pubblicità e contenuti. GESTIONE/DISABILITAZIONE DEI COOKIE. In alcuni browser è possibile impostare le regole per gestire i cookie, opzione che offre un controllo più preciso sulla Sua privacy. Ciò significa che è possibile disabilitare i cookie utilizzati da questo sito ovvero compiere una scelta specifica per ciascun di essi. Di seguito Le indichiamo le pagine dove sono riportate le istruzioni per la disabilitazione dei Cookie per i più diffusi browser: Internet Explorer Firefox Safari Chrome Opera MODIFICHE ALL'INFORMATIVA PRIVACY E COOKIE L'eventuale entrata in vigore di nuove normative di settore, come anche il costante esame ed aggiornamento dei servizi all'utente, potrebbe comportare la necessità di modificare le modalità e i termini descritti nella presente Informativa privacy e cookie. Sarà pertanto possibile che tale documento subisca modifiche nel tempo. La invitiamo, pertanto, a consultare periodicamente questa pagina. Il Titolare provvederà a pubblicare eventuali modifiche alla presente Informativa privacy e cookie. Le versioni precedenti della presente Informativa saranno, in ogni caso, archiviate per consentirne la consultazione. Chianti Multi Service S.r.l.

Chiudi