Musiwa, l’arte a Firenze dai 5 continenti

La settima edizione di Musiwa Contemporary Arts and Mosaic torna a Firenze, oltre 100 artisti provenienti da  5 continenti , un dialogo nuovo libero ed emancipato.

“Aperto a contaminate multimedialità, un cerchio dove catalizzare lo scambio per superare le difficoltà di chi ‘guarda’” – spiega Francesco Chimienti, Art Director Musiwa – “e opera sulle vie di questa ricerca, avendo però saldo il legame con il passato del saper fare ed operare in arte, con una propria identità culturale L’arte è contemporanea e Musiwa ne rappresenta la totale, quella che può parlare all’anima e dare un senso al proprio tempo.”

Una opportunità per tutti di ammirare e stupirsi del  mosaico, una tra le prime forme artistiche della storia, ma anche nuovi linguaggi come la fotografia, il design e la pittura.

“Siamo partiti con il mosaico contemporaneo, siamo arrivati alla fotografia passando dalle istallazioni alla pittura”- prosegue Chimienti – “abbiamo assorbito e sviluppato Balkanica e la Cina, questa differenza di culture e linguaggi a creato un nuovo modo di vedere l’arte contemporanea.”

L’evento viene ospitato all’interno della Galleria delle Carrozze a Palazzo Medici Riccardi, culla delle eccellenze e luogo del rinascere.

“Nella Firenze di Dante, nella Firenze in cui il sommo poeta si ispira all’unico monumento presente all’ora” – racconta Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana – “ovvero il bel San Giovanni, in quella dimensione architettonica ritroviamo il mosaico, già elemento materico fondamentale in Europa.”

L’evento è visitabile fino al 26 Febbraio prossimo

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: