Confguide Firenze è solita organizzare per i propri associati delle visite gratuite di approfondimento e aggiornamento ai Musei della città, assieme ai curatori o ai direttori degli stessi. A questo proposito il Museo de’ Medici, primo e unico museo interamente dedicato alla storia della più celebre famiglia fiorentina, ha riaperto al pubblico le sue porte con un nuovo allestimento arricchito da una celebre collezione inedita di ritratti dipinti da grandi artisti.

Dato il grande interesse suscitato dalle visite didattiche organizzate da Confguide, sono previste nuove visite di approfondimento gratuite riservate alle guide turistiche e agli accompagnatori turistici Confguide Confcommercio Firenze.

Le visite prevedono l’accompagnamento del direttore del Museo, Samuele Lastrucci. Prenotazione obbligatoria.

UN MUSEO MEDICEO NEL PALAZZO DI SFORZA ALMENI

Nell’antico palazzo al numero 12 di via dei Servi ha sede il primo ed unico museo storico interamente dedicato alla Famiglia Medici. Il museo nasce nell’estate 2019 – in occasione del doppio cinquecentenario di Cosimo I e Caterina de’ Medici – ad opera di una start-up giovanile guidata da Samuele Lastrucci, direttore d’orchestra specialista di prassi storiche ed esperto di storia medicea.

Il primo obiettivo del progetto è quello di restituire alla fruizione pubblica uno spazio profondamente legato alla storia del primo granduca di Toscana. Il palazzo in cui ha sede il museo fu infatti confiscato da Cosimo I a Baccio Valori che, alleato degli Strozzi era stato sconfitto dal Medici nella celebre battaglia di Montemurlo. Il Duca decise così di destinare la residenza al suo potente ciambellano, il perugino Sforza Almeni. Come riportano Vasari e Cellini, nei primi anni del suo governo Cosimo elargì innumerevoli benefici all’Almeni investendolo persino del cavalierato dell’Ordine di Santo Stefano.

Nelle sale che furono gli appartamenti privati dell’Almeni, la storia della Famiglia Medici è raccontata oggi attraverso l’esposizione di opere d’arte, documenti e cimeli originali, testimoni diretti del dominio plurisecolare dei Medici a Firenze. Il museo ospita molti capolavori inediti provenienti da collezioni private di tutto il mondo. La collezione comprende alcuni ritratti medicei del Sustermans, Bronzino, van Douven, Baciccio e
Pourbus il Giovane oltre a pitture, disegni e incisioni di Marinari, Pier Dandini, Scacciati, Preissler, della Bella, Ligozzi, Bandinelli, Santini, Soderini e Boscoli, un busto marmoreo e un bronzetto del Foggini, uno del Piamontini ed ancora manoscritti, libri a stampa, diplomi, bandi e moltissime lettere.

A conferma dell’identità storica del museo la presenza di alcuni cimeli storici tra cui la pantofola e la chiroteca pontificale indossate da Pio V Ghisleri durante l’incoronazione di Cosimo I e la bomboniera di nozze del Gran Principe Ferdinando e Violante Beatrice di Baviera. Non mancano inoltre alcune ricostruzioni come il grande diorama che illustra la famosa battaglia di Anghiari, le statue di zucchero delle nozze di Maria de’ Medici, una galera della flotta di Cosimo II e la ricostruzione olografica delle corone granducali.
Completano il percorso un bookshop specializzato in pubblicazioni a tema mediceo ed una vera e propria cantinetta riservata ai quattro vini disciplinati da Cosimo III con apposito
bando del 1716.

Per info visite didattiche:  Confguide Confcommercio Firenze (ref. Erika Tasselli) tel. 055 2036955; mail gtconf@confcommercio.firenze.it

Museo de’Medici
​​Palazzo di Sforza Almeni Via dei Servi 12 – 50122, Florence
​​museodemedici@gmail.com

close
adv