L’infermiere fiorentino in forza allo Stabilimento Farmaceutico Militare di Firenze, è stato insignito del prestigioso titolo per l’impegno professionale e per aver operato con particolari fini sociali.

L’inno d’Italia è stata la degna apertura della cerimonia di consegna delle 29 onoreficenze dell’Ordine al Merito della Repubblica svolta a Palazzo Medici Riccardi a Firenze.

“25 Aprile, Primo Maggio, 2 Giugno, 4 Novembre sono appuntamenti che ci vedono dedicare un pensiero ai nostri valori identificativi”- ha ricordato Alessio Giuffrida, Prefetto di Firenze – “è quindi  importante non relegare questi valori al semplice riferimento formale della celebrazione”

Tra i premiati il Primo Maresciallo Camillo Borzacchiello, infermiere militare che da anni alterna il fare con lo studio il sapere e la ricerca.

“Ho lavorato per 25 anni in un servizio trasfusionale dove sono stato ai colleghi sui campi di battaglia” – racconta Camillo Borzacchiello – “ma anche come supporto logistico all’ospedale pediatrico di Kimbondo ed a quello nella Repubblica Democratica del Congo.”

Negli ultimi anni è stato nominato responsabile del progetto “Farmaci Orfani” presso Stabilimento Farmaceutico Militare di Firenze  dove è potuto entrare in contatto con numerose associazione che assistono e seguono  i pazienti.

Di recente è stato anche autore del volume “È raro oppure meglio mamme. L’impegno sociale dello Stabilimento chimico farmaceutico militare per le malattie rare” dove l’autore permette al lettore di acquisire e comprendere i diversi punti di vista di tutti coloro che intervengono nella malattia e nel processo di cura.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: