adv

Non sarà un arbitro a togliere l’entusiasmo ai tifosi viola, 24732 abbonati l’ultimo dato. Non saranno le errate decisioni del direttore di gara a privare di colpo il sentimento di Mr Rocco, così accalorato in tribuna, splendidamente partecipe delle sorti della Fiorentina.

Se questa volta hanno strozzato l’urlo in gola a chi ha a cuore le sorti viola, ci auguriamo non capiti più. Sarebbe un film già visto, da queste parti. Partiamo dalla fine, da quel gesto tecnico geniale di Monsieur Ribery a liberarsi con un colpo di tacco di due avversari che lo sovrastano fisicamente ma nulla possono al cospetto di un’agilità superiore, di un’altra categoria, quella dei campioni. Franck, il nostro Franck che già vediamo una, cento, mille volte per le strade che portano allo stadio sulle maglie con stampigliato il numero 7 e quel nome “Ribery” che aspettiamo solo sia sempre più nostro.

Quale epilogo negato! Rigore per la Fiorentina all’ultima azione, provocato dal giocatore più atteso, e pareggio in extremis: 4 a 4, viva il calcio. Invece no, non va così. Il signor Davide Massa da Imperia commette il secondo errore di serata, anche in questo caso a danno della Fiorentina. Nel primo tempo aveva infatti concesso il rigore al Napoli per un tuffo in area di Mertens. La trasformazione di Insigne aveva capovolto il punteggio; dall’1 a 0 con il penalty di Pulgar, si era passati al pari di Mertens e quindi all’1 a 2 con cui si era chiuso il primo tempo. A inizio ripresa il colpo di testa imperioso di Milenkovic, nato da un angolo guadagnato superbamente da Chiesa, ma a seguire il gol di Callejon complici la difesa e Dragowski.

adv

È il momento del Boa nuovo entrato a prendere la mira per il nuovo pari ma Insigne firma la rete del 3 a 4 approfittando dei viola, così corti e uniti per larga parte della gara, stavolta lunghi e scoperti. Risultato provvisorio, si aspetta il colpo di Franck Ribery che arriva. “La mano” grida il francese toccandosi il braccio a mostrare come lo abbiano fermato solo tirandolo giù ma non basta, l’arbitro da pochi passi la vede diversamente.

Il tabellino

FIORENTINA-NAPOLI 3-4

FIORENTINA: Dragowski, Lirola, Milenkovic, Pezzella, Venuti, Castrovilli, Badelj (73’ Benassi), Pulgar, Sottil (78’ Ribery), Vlahovic (61’ Boateng), Chiesa. All. Montella.

NAPOLI: Meret, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui (71’ Ghoulam), Allan (71’ Elmas), Zielinski, Callejon, Fabian Ruiz, Insigne, Mertens (84’ Hysaj). All. Ancelotti.

Arbitro: Massa.

Marcatori: 9’ Pulgar (rig.), 38’ Mertens, 43’ (rig.) e 67’ Insigne, 52’ Milenkovic, 56’ Callejon, 65’ Boateng.

Note: ammoniti Allan, Callejon, Mario Rui, Zielinski, Boateng, Pezzella, Montella.

RESTA SEMPRE INFORMATO, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER