In occasione della mostra “… che stia nella loggia. Leonardo, Il David, l’Opera del Duomo” al Museo dell’Opera del Duomo, l’Opera di Santa Maria del Fiore promuove una speciale iniziativa per i residenti a Firenze e provincia: tutti i venerdì, sabato e domenica, dal 4 ottobre al 3 novembre, sarà possibile partecipare a delle visite guidate gratuite della mostra (inizio ore 17.00 e 18.00, max 15 persone a turno), pagando un ingresso ridotto al museo di soli 6 euro invece che 18. Per partecipare non sarà necessaria la prenotazione, basta recarsi alla biglietteria del Museo, da dove prenderanno il via le visite guidate che dureranno mezz’ora. In precedenza o a seguire le persone, che partecipano alla visita guidata, potranno visitare il Museo.

E’ il 25 gennaio del 1504, mentre Michelangelo sta finendo di scolpire il David, l’Opera di Santa Maria del Fiore, che gli ha commissionato la celebre scultura per il Duomo di Firenze, convoca i maggiori artisti fiorentini del tempo, tra cui Leonardo da Vinci, perché esprimano un parere riguardo al luogo più adatto dove collocare il “gigante”, così allora era chiamata la statua del Buonarroti.

L’acceso dibattito sarà registrato in un verbale che, in occasione del cinquecentenario della morte di Leonardo, l’Opera di Santa Maria del Fiore ha deciso di esporre al Museo dell’Opera del Duomo e dove si possono leggere i pareri di Leonardo e degli altri grandi artisti presenti a quella riunione, tra cui: Botticelli, Perugino, Filippino Lippi, Andrea della Robbia, Antonio e Giuliano da Sangallo, Piero di Cosimo, Il Cronaca, Lorenzo di Credi e Francesco Granacci.

Si tratta di “un documento eccezionale di una stagione fiorentina irripetibile” afferma Antonio Natali, curatore dell’esposizione. Il verbale, conservato nell’Archivio dell’Opera di Santa Maria del Fiore, è stato esposto solo una volta prima d’ora, 80 anni fa, nelle mostre leonardiane del 1939 a Milano. Completa l’esposizione un video (realizzato da Art Media Studio) che mostra le varie collocazioni proposte per il David durante la riunione del 1504 e la ricostruzione del trasferimento dalle stanze dell’antica sede dell’Opera in Piazza Duomo fino a Palazzo Vecchio.

close
adv