adv

Fiorentina e Genoa non si fanno male nella partita dell’attesa, con un orecchio ad ascoltare che cosa succede a San Siro tra Inter ed Empoli. La Fiorentina ha in panchina il vice allenatore Daniele Russo dato che Vincenzo Montella squalificato assiste dalla tribuna. Chi, invece, non si presenta proprio allo stadio sono i fratelli Della Valle mancando un’altra occasione, probabilmente l’ultima, di assumersi le proprie responsabilità seppure consapevoli della contestazione. Accolto tra gli applausi dei suoi ex tifosi, l’allenatore della panchina avversaria ovvero Cesare Prandelli.

La partita è detta in poche righe. Lo sterile possesso palla della Fiorentina al confronto con due occasioni capitate quasi casualmente al Genoa, una punizione di Veloso respinta di ginocchio da Lafont e un’altra causata da un errato disimpegno del portiere viola, non una novità in questo campionato.

Così la partita, la vera partita, si svolge altrove. Nella ripresa il gol del vantaggio dell’Inter è salutato da un applauso corale e un sospiro di sollievo perché la Fiorentina è più tranquilla e il Genoa è salvo. A un quarto d’ora dal termine, però, il pareggio dell’Empoli a San Siro costringe il Genoa a cambiare atteggiamento: non basta più lo 0 a 0, ai genoani occorre vincere per evitare la retrocessione. Dura poco, però, perché il raddoppio dell’Inter riporta il Genoa in A così la cattiveria agonistica dei liguri scompare all’improvviso, confermata dalla scelta di Prandelli di sostituire Pandev con un difensore a proteggere il pareggio confidando sempre nella vittoria dell’Inter.

adv

A Firenze la partita langue. Tutto il contrario a Milano dove l’Empoli ha l’ultimo minuto da giocare e lo fa con il disperato assalto calcistico di chi se la gioca. Al termine i fischi dello stadio fiorentino sanciscono il deprimente epilogo della stagione per i viola, ancora in Serie A, sì, ma in un modo ai limiti della sportività. Terminata la partita dell’attesa, inizia quella della cessione della Società. “Andatevene”, recitava lo striscione dei tifosi con la D e la V evidenziate in chiaro riferimento ai Della Valle. La risposta ufficiale degli attuali proprietari arriverà a breve, intanto è stato convocato il Consiglio di Amministrazione per discutere la proposta d’acquisto arrivata da New York, confermata dalla presenza in tribuna al Franchi del vice presidente dei Cosmos Joe Barone, braccio destro di Rocco Commisso.

RESTA SEMPRE INFORMATO, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER