adv

La nostra società sta affrontando un importante cambiamento, sempre più donne infatti si stanno affermando in ruoli di management e dirigenziali sia nel campo pubblico che privato, una felice evoluzione quella che stiamo vivendo, e tema di un confronto organizzato dal Rotary Club Firenze Lorenzo il Magnifico a Villa Viviani lo scorso 3 Giugno.

“Quella che stiamo vivendo è la stagione delle donne per la prima volta in posti di comando” – racconta Agnese Pini, direttrice della Nazione e relatrice della serata – “questo sta accadendo nei giornali non solo nel nostro Paese dove purtroppo siamo ancora molto poche a dirigere giornali, ma qualche giorno fa si è insediata ufficialmente la nuova direttrice del Washington Post, Sally Buzbee. Questo è un grande segnale storico, ma questo lo vediamo anche in tanti altri ambienti sia scientifici che nel mondo della finanza piuttosto che nella politica. Mondi che erano preclusi alle donne fino a pochissimo tempo fa.”

Pietro Lombardi, Rita Pelagotti, Paola Del Mastio

Tra le ospiti e relatrici della serata anche Caterina Ceccuti, redattice di Nuova Antologia, che ha ricordato la figura di Cristina Trivulzio di Belgiojoso, prima donna a scrivere sulla rivista fondata nel 1866 proprio a Firenze.

Nel corso della bella serata organizzata dal club fiorentino è stato consegnato il Paul Harris a Rita Pelagotti per l’annata 2019-2020 e successivamente spillati anche due nuovi soci del club: Roberta Rafanelli e Nertil Boraj.

“Spero di poter portare nel club qualcosa che riguarda la mia professione di avvocato” – racconta Roberta, avvocato in Firenze – “anche sotto il profilo umano e sociale oltre che prettamente tecnico. Mi impegnerò per divulgare alcuni aspetti della mia professione che spesso non sono così ben conosciuti”

“Mi aspetto di essere accolto con grande affetto e amicizia” – racconta Nertil, imprenditore nel campo della moda – “spero anche di riuscire a portare a questo club la forza per fare insieme a tutti i soci progressi importanti.”

Un club quello fiorentino, che nonostante il periodo di pandemia, nell’ultimo anno ha svolto importanti service in favore di istituzioni fiorentine.

“Per me è stato un orgoglio guidare questo club in questo anno così difficile” – racconta Pietro Lombardi, presidente Rotary Club Firenze Lorenzo il Magnifico 2020/2021 – “in particolare voglio ricordare i nostri ultimi due service, quello in favore di Villa Lorenzi, al quale abbiamo donato un trattore tagliaerba e contribuito all’efficientamento dell’impianto di climatizzazione della limonaia. Ma anche il service in favore dell’Abazia di San Miniato al monte di Firenze, dove abbiamo contribuito all’opera di ripulitura del tetto e risistemazione delle tegole. Posso affermare inoltre, che queste attività si sono potute svolgere grazie alla grande coesione ed amicizia che lega tutti i soci del club.”

Nel corso della serata la direttrice Agnese Pini, è stata nominata socia onoraria del Club.

close
adv