Il terremoto in Mugello, inaugurata la mostra commemorativa

Un convegno e un'esposizione fotografica alla Rufina per commemorare il centenario della tragedia

Storica Fattoria Palagiaccio

Alle 17.06 del 29 giugno 1919 un terremoto di magnitudo 6.2 sconvolse l’intero Mugello, da Barberino a San Godenzo. Era allora un giorno festivo e la gente per lo più non era in casa. Ciò evitò una tragedia ancor più apocalittica.

Rupecanina, frazione di Vicchio. Cartolina d’epoca

Quali insegnamenti trarre da un funesto avvenimento di un secolo fa? Si è incominciato a parlarne in un convegno tenutosi a Villa Poggio Reale, alla Rufina, sabato 18 maggio.

La Protezione Civile del Mugello e della Val di Sieve ha predisposto nelle sale attigue della villa una mostra storico-fotografica che resterà aperta fino a domenica 26 maggio. Il convegno ha avuto il patrocinio del Comune e dell’Unione dei Comuni della Val di Sieve.

Erano presenti il Sindaco di Rufina Mauro Pinzani  con alcuni assessori, il sindaco di Londa Aleandro Murras,  la Protezione civile della Confraternita di Misericordia di Rufina e la  Croce Azzurra di Pontassieve.

Dopo il saluto dei funzionari della Protezione Civile Regionale (Leonardo Ermini e Colom Manuel Rodolfo) e l’intervento del sindaco, lo storico Aldo Giovannini ha proiettato circa ottanta immagini  inerenti al terremoto. Di esse circa venticinque,  provenienti dall’archivio della Croce Rossa di Roma, erano inedite.

“A causa del maltempo  non c’era molto pubblico– ha raccontato Aldo Giovannini – ma non ti nascondo  che ho ricevuto molti consensi ed applausi che naturalmente mi hanno fatto molto piacere. Da qui a domenica diverse scolaresche visiteranno la mostra. Ed è solo l’inizio. Mercoledi 5 giugno sarò all’Auditorium del Liceo ‘Giotto Ulivi’ di Borgo San Lorenzo per proiettare a due classi le immagini del terremoto.”

Attualmente è in fase di organizzazione la commemorazione ufficiale che si terrà il 29 giugno nella Pieve di San Cassiano in Padule, presso Vicchio che fu l’epicentro del terremoto. Vi saranno numerose altre iniziative di cui vi forniremo i particolari a breve.

L’ingresso alla mostra è libero.

 

Enjoy Chianti

Paolo Marini

View posts by Paolo Marini
Scrittore, giornalista, blogger, attivo divulgatore culturale in particolare su argomenti storici e/o artistici.
Scroll to top
Pallium
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: