Il Rotary in favore dei giovani disagiati di Villa Lorenzi [VIDEO]

Il club fiorentino Lorenzo il Magnifico insieme al contributo del Distretto 2071 hanno finanziato la realizzazione del Giardino dei Piccoli

LG Grand Prix Watches

Il Progetto Villa Lorenzi nasce a Firenze nel 1988 al fine di dare sostegno e risposte a giovani e famiglie in difficoltà.

“Ogni giorno siamo vicini a ragazzi e famiglie in difficoltà” – racconta Zaira Conti, presidente ‘Progetto Villa Lorenzi’ – “il primo passo è sedersi e ascoltare. Da 30 anni crediamo nella prevenzione e nella valorizzazione della persona. Sentirsi a proprio agio è importante: per questo la villa non è soltanto la nostra sede, ma la nostra casa.”

Officina dei Saponi

In questa storica villa che sorge sul colle di Montughi a Firenze, l’associazione mette a disposizione l’esperienza dei propri educatori per attività di consulenza, sostegno ed orientamento.

“E’ un servizio davvero prezioso perché fatto con passione e umanità” – racconta Cristina Giachi, vicesindaca di Firenze – “accogliendo tutti per quello che possono dare, per come sono con le loro storie. I bambini ed i ragazzi lo sentono subito, si sentono riconosciuti e accolti e trovano con grande libertà la loro strada.”

“Villa Lorenzi è diventata una istituzione per Firenze” – racconta Sara Funaro, assessore alla sanità e welfare comune di Firenze – “un luogo nel quale i ragazzi hanno la possibilità di rientrare in un percorso di vita dove si può ricominciare a credere nel futuro, e si può ricominciare a sognare.”

Il Rotary Club Firenze Lorenzo il Magnifico, da sempre sostenitore delle attività della struttura, ha concluso un importante service proposto dal distretto 2071 “66 gocce per Massimiliano”, in onore e ricordo di Massimiliano Tacchi, Governatore del distretto 2071 e recentemente scomparso. Il contributo del club è servito alla realizzazione del Giardino dei Piccoli.

“Quello che facciamo è soltanto una goccia nell’oceano, ma se non ci fosse quella goccia all’oceano mancherebbe” – così diceva Madre Teresa di Calcutta, racconta Paola Del Mastio, presidente del RC Lorenzo il Magnifico – “Il nostro club ha individuato la struttura di Villa Lorenzi per la realizzazione del service proposto dal distretto 2071 “66 gocce per Massimiliano” ed  è lieto di avere contribuito alla realizzazione del Giardino dei piccoli e reso possibile le attività vivaistiche e di giardinaggio degli ospiti. Con l’importo devoluto dal distretto è stato ulteriormente ampliato il service e acquistato vasi in terracotta e terriccio.”

Un percorso che ha fornito ai ragazzi competenze di base, al fine di far vivere una esperienza in un settore che in futuro potrebbe trasformarsi in un lavoro vero e proprio.

“Abbiamo potuto constatare che le attività pratiche che richiedono operazioni concrete per il raggiungimento di un risultato, danno dei buoni esiti con la tipologia dei nostri ragazzi nell’ accrescere l’autostima e nel renderli anche più capaci di stare con gli altri.” – racconta Stefano Superbi, coordinatore delle attività di Villa Lorenzi – “E’ sempre più raro trovare ragazzi che conoscano e abbiano avuto contatti diretti e significativi con il mondo contadino e con le attività tipiche della campagna. Lo scopo è quello di riavvicinare i giovani a questa dimensione e contemporaneamente fornire loro conoscenze tecniche di base e la consapevolezza che un’attività del genere può considerarsi propedeutica al mondo del lavoro.”

Enjoy Chianti

Milko Chilleri

View posts by Milko Chilleri
Giornalista e VideoReporter, i miei primi compagni il video e la musica, mixati alla certezza che il suono e l'immagine riescono a parlare con tutti.
Scroll to top
Fondazione Firmo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: