Martedì 26 ottobre, presso lo storico caffè fiorentino Paszkowski, ha avuto luogo la presentazione del saggio “Diario dei simboli. Un mondo magico nascosto fra i monumenti fiorentini”, scritto da Francesca Rachel Valle per Libreria Salvemini Editore. L’appuntamento, che era rivolto in esclusiva alle guide turistiche, è stato organizzato da ConfGuide, la federazione dei professionisti del turismo di Confcommercio.

A confrontarsi con l’autrice sono stati la giornalista Elena Tempestini e l’editore Mauro Marrani, nel dibattito moderato dal giornalista Milko Chilleri. Sono intervenuti anche la presidente nazionale Confguide Maria Paola Migliosi e la responsabile comunicazione ed eventi del Gruppo Valenza, Laura Cottu.

Lo storico Caffè Concerto Paszkowski ha ancora una volta accolto le guide turistiche di Confcommercio, ribadendo un modello di connessione vincente, lanciato proprio dall’associazione fiorentina, tra gli esercizi storici più rappresentativi della città e le guide turistiche.

Lo storico Caffè Concerto è stato teatro di un ‘viaggio’ alla scoperta dei simboli che si trovano su molti monumenti fiorentini: è quanto rivela il testo di Francesca Rachel Valle che offre al lettore un vero e proprio percorso tra le meraviglie di Firenze viste attraverso i simboli, “espressione intima del nostro mondo interiore tradotto in diagrammi”, come scrive l’autrice. Un nuovo modo per scoprire come i grandi artisti del passato abbiano utilizzato spesso la cifra universale del simbolo anche per rimandare all’Ineffabile.

“Ogni pensiero è un segno, ogni simbolo è l’espressione intima del nostro mondo interiore tradotto in diagrammi per comprendere i misteri dell’universo. Il pensiero plasma la materia e la materia si fa pensiero” – scrive Rachel – “Questo Diario di Simboli è un viaggio affascinante in un mondo magico, dove i simboli sono veicoli potenti di unità fra le culture e tradizioni dell’uomo ed è ininfluente la loro specifica appartenenza. In modo sincretico i simboli esprimono lo stesso valore spirituale: il profondo legame con D*o e con la dimensione ultraterrena. I simboli sono vocaboli comuni che non necessitano di esser tradotti, essi vibrano e fanno risuonare la parte più intima dell’uomo. L’essere umano ha bisogno dei simboli, essi sono la visualizzazione grafica del suo pensiero astratto che prende forma attraverso immagini archetipiche. I simboli sono anelli di una catena che lega l’uomo all’inesplicabile, sono espressioni vivide che si ancorano alla realtà quotidiana in una visione tangibile e al tempo stesso ineffabile. Il breve peregrinare all’interno della magia dei simboli fra i monumenti fiorentini è un granello di sabbia rispetto alla vastità della conoscenza iconologica e iconografica della simbologia esistente. Non abbiamo bisogno di inventare simboli, potremmo essere incapaci e mediocri nel farlo. Scoprirli, invece, sarà una benefica poesia per l’anima”.

Maria Paola Migliosi, presidente di ConfGuide nazionale, ha tenuto a sottolineare l’importanza di questa pubblicazione, che approfondisce un tema così affascinante come quello della simbologia.

“Credo che per noi guide il libro di Rachel rappresenti davvero un arricchimento professionale, lo studio e la conoscenza dei simboli ci permette di approfondire gli argomenti inerenti a un’opera d’arte piuttosto che a un monumento.” – racconta Migliosi – “Nella nostra professione di guide turistiche qualificate e abilitate, ci dobbiamo distinguere per la qualità e direi anche l’unicità dei nostri contenuti. Trovo davvero interessante questa pubblicazione anche perché scritta da una di noi, una guida turistica, che ha dato un taglio unico al racconto.”

L’autrice

Francesca Rachel Valle, studiosa e ricercatrice si è laureata all’Accademia di Belle Arti di Venezia nel 1993 in Arti Visive con una tesi sulla realtà virtuale applicata all’arte. Ha lavorato presso la Biennale di Venezia. È stata operatrice didattica museale presso la Sinagoga di Firenze e la Fondazione Palazzo Strozzi. Nata nel 1969 e cresciuta nel Ghetto Ebraico di Venezia, vive e lavora a Firenze esercitando la professione di Gui­da Turistica Qualificata Abilitata.

Da anni si occupa della valorizzazione delle attrattive storiche, artistiche, monumentali, paesaggistiche della città di Firenze, con particolare attenzione alle differenti disabili­tà, iscritta a Confguide – Confcommercio di Firenze. Guida Ufficiale dell’Associazione Firenze Alchemica, svolge visite guidate secondo l’antico linguaggio della tradizione ermetica, scoprendo il significato na­scosto delle opere d’arte. Svolge conferenze di storia dell’arte presso la prestigiosa Villa Bertelli a Forte dei Marmi.

close
adv