FIRMOLAB, sviluppo e ricerca per la cura delle ossa

Sono 116 le malattie metaboliche rare delle ossa, ancora molte senza una cura, Maria Luisa Brandi ha un sogno, quello di dare risposta ai tutti i pazienti che quotidianamente incontra.

A Firenze nasce FIRMOLAB il laboratorio di ricerca nato in partenariato tra Firmo-Fondazione Raffaella Becagli e lo stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze.

[cml_media_alt id='5344']justbeautiful_firmolab_2[/cml_media_alt]

Firmo, punta a giungere a soluzioni innovative nel campo della biologia cellulare e della genetica molecolare per la cura delle malattie dello scheletro. «La ricerca deve rimettere al centro l’uomo e dare un messaggio positivo, di fiducia per il nostro futuro – ha detto il Governatore Enrico Rossi -. Penso che potrete fare cose molto importanti, la Regione vi è vicina e appoggia il vostro lavoro».

Maria Luisa Brandi, presidente di FIRMO Fondazione Raffaella Becagli , ricorda ancora 2 suoi pazienti visitati più di trent’anni fa. «Camminavano come pupazzi – dice –. Nessuno allora riusciva a capire che cosa avessero, ci vollero quindici anni solo perché la ricerca comprendesse che si trattava di un problema di eccesso di mineralizzazione».

[cml_media_alt id='5346']justbeautiful_firmolab_4[/cml_media_alt]

Quando una patologia non permette una corretta mineralizzazione si hanno difetti come crescita ridotta, deformità, fratture, problemi odontoiatrici; in caso contrario si ha un eccesso che porta alla calcificazione dei tessuti molli e quindi a un loro scorretto funzionamento. Per questo uno dei primi progetti di FirmoLab è indagare i processi di mineralizzazione ossea fisiologici e patologici, per poi puntare l’attenzione sulle risposte cellulari a possibili trattamenti.

redazione rossorubino

View posts by redazione rossorubino
La redazione di rossorubino.tv aggiorna quotidianamente il webmagazine con notizie dalla Toscana
Scroll to top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: