Firenze, a “Le Rampe in Festa” i giochi di un tempo

18 maggio, dalle 16.30 alle 19.30, per festeggiare il grande restauro dell'opera del Poggi, ci saranno laboratori e dimostrazioni sui divertimenti dell'epoca

Ruggero

Gli antichi giochi rivivono insieme alle fontane e alle cascate delle Rampe del Poggi. Un laboratorio di girandole artigianali insegnerà a bambini e ragazzi a creare quello che era uno dei divertimenti infantili in voga alla fine dell’Ottocento, quando l’opera del Poggi era stata appena inaugurata e a Firenze regnava la semplicità e la manualità anche nel gioco.

L’iniziativa promossa da Associazione OMA – Osservatorio dei Mestieri d’Arte e da Spazio NOTA – Nuova Officina Toscana Artigianato, in collaborazione con Atelier degli Artigianelli, si svolgerà il 18 maggio, dalle 16.30 alle 19.30, in piazza Poggi, in occasione de ‘Le Rampe in festa’, la giornata di eventi promossa da Fondazione CR Firenze e dal Comune di Firenze per celebrare la conclusione del grande restauro delle Rampe. E oltre ai laboratori si terranno anche delle dimostrazioni dal vivo a cura dei maestri artigiani de Il Papiro e del Museo della Carta di Pescia con Impresa Sociale Magnani Pescia.

Le iniziative dell’Associazione OMA e di Spazio NOTA vedono protagonista indiscussa la carta. Un materiale versatile e creativo, da conoscere e sperimentare. Innanzitutto attraverso  i laboratori interattivi gratuiti per bambini e ragazzi (5-13 anni) intitolati ‘Qual buon vento? Una girandola di idee’, che si svolgeranno a ciclo continuo. Un artigiano esperto in materiale cartaceo insegnerà ai partecipanti a piegare, tagliare e incollare speciali fogli di carta marmorizzata fino a costruire un piccolo manufatto roteante.

E con la fantasia le girandole potranno essere decorate per creare un prodotto unico, come solo la creazione artigianale può essere. Ci sarà poi la dimostrazione dal vivo dei maestri artigiani de Il Papiro, bottega nata nel 1976 a Firenze dalla passione per l’artigianato fiorentino di Francesco Giannini e Gianni Parenti, durante la quale sarà decorata la carta con l’antica tecnica della marmorizzazione a mano. Ancora i maestri cartai del Museo della Carta di Pescia con Impresa Sociale Magnani Pescia parleranno della storia della carta e mostreranno alcune tecniche di realizzazione della carta a mano.

“Siamo lieti di poter partecipare a questa grande festa per la città attraverso una serie di iniziative che valorizzano l’artigianato artistico e gli antichi saperi – ha spiegato Luciano Barsotti, Presidente dell’Associazione OMA -. La conclusione di questo restauro ci riporta indietro nel passato offrendo un’occasione importante per ripensare all’importanza della tradizione e dell’eredità artistica, con uno sguardo sempre attento e proiettato verso il futuro”.

eChiantiShop

redazione rossorubino

View posts by redazione rossorubino
La redazione di rossorubino.tv aggiorna quotidianamente il webmagazine con notizie dalla Toscana
Scroll to top
Fondazione Firmo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: