Firenze, 15 itinerari per 15 passeggiate [VIDEO]

La guida di Enzo Carro sul capoluogo toscano, ricca di aneddoti divertenti, ha ispirato una suggestiva mostra fotografica a Bagno a Ripoli

Tartufi Calugi Verticale

Una guida sul capoluogo toscano decisamente originale e molto divertente, quella scritta da Enzo Carro, che rivela  il suo intento ludico fin dal titolo.

“Firenze. Che spasso andarci a spasso. 15 itinerari per 15 passeggiate accompagnati da curiosità e aneddoti scherzosi” si offre infatti al lettore come una sorta di “gita turistica” alla scoperta di tutti quei luoghi noti per aver fatto da cornice ad avvenimenti curiosi o buffe storielle fiorentine spesso sconosciute o dimenticate.

La guida infatti è ricca di curiosità, notizie, aneddoti scherzosi su personaggi illustri e meno noti, che, come ci tiene a precisare l’autore “denotano la creatività, l’arguzia e la diplomatica irriverenza del popolo fiorentino”.

Silvia Tozzi, responsabile insieme a Francesco Maria Mugnai di Florence Art Edizioni, la casa editrice che ha pubblicato il volume, racconta: “Qualunque pietra, qualunque luogo, un portone, una finestra, una piazza, un bar sono uno spunto per Enzo Carro per andare a ricercare la curiosità, non l’aspetto storico-artistico –  lui giustamente non si propone al pubblico come uno storico dell’arte – perché di questi luoghi, di questi scorci fiorentini, l’autore è andato a ricercare degli aneddoti particolari, ad esempio legati alla cinematografia, pensiamo a Monicelli, a film come “Amici miei”, oppure a figure caratteristiche, come quella dell’angelo che si trova sul duomo di Firenze e che mostra un gesto un po’ irriverente. Aneddoti noti e meno noti ma sempre all’insegna del sorriso e del divertimento”.

Grazie alla collaborazione della casa editrice con il Gruppo Fotografico DGT Firenze e con il Comune di Bagno a Ripoli, è nata anche l’iniziativa di organizzare una suggestiva mostra fotografica ispirata ai luoghi citati dalla guida e ospitata in questi giorni presso la Sala Ruah di Bagno a Ripoli.

“L’idea è nata l’anno scorso, – precisa Silvia Tozzi – abbiamo proposto a  a questi amici fotografi di ispirarsi al libro di Enzo Carro per  visualizzare alcuni luoghi della città e realizzare delle immagini stimolati da questi suggerimenti dell’autore”.

Nata dal comune amore per la cultura e la passione per l’oggetto libro di Francesco Maria Mugnai e Silvia Tozzi, la casa editrice Florence Art vanta oggi un ampio catalogo.

“La casa editrice ha un catalogo abbastanza ampio, che spazia dalla saggistica, alla narrativa, alle guide, come il caso di Curiosando, la collana che ospita il libro di Enzo Carro, ed è molto conosciuta per la manualistica, lo spettacolo e anche per i cataloghi d’arte. In più di vent’anni abbiamo costruito una struttura abbastanza articolata, con un occhio sempre molto sensibile per le cose fiorentine e toscane”, ci tiene a precisare Silvia Tozzi.

Enzo Carro. Autore, cantante, attore e musicista napoletano. Dal 1983 vive e lavora a Firenze dove, a causa della sua versatilità, è simpaticamente soprannominato il “Partenopeo e parte… fiorentino”. Ha pubblicato: L’eredità di Partenope. Il cammino del canto napoletano dagli antichi rapsodi ai moderni neomelodici (2001); Voglio fare il comico. Manuale di pronto soccorso per attori, autori e registi (2006); La tombola del doppio senso. Saggio storico e bizzarre poesie sulla tombola napoletana (2012).

 

Enjoy Chianti

Alissa Zavanella

View posts by Alissa Zavanella
Redattrice, laureata in lettere moderne e appassionata di buoni libri, teatro e mostre d’arte. Mi piace scrivere da sempre.
Scroll to top
Fondazione Firmo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: