adv

Quarta sconfitta consecutiva in campionato e la zona retrocessione distante solo cinque punti. La Fiorentina sembra avere ripreso l’ineluttabile china del finale della scorsa stagione quando persino un pareggio era un miraggio. Il timoniere di questa barca alla deriva, oggi come allora, è Vincenzo Montella e, se pure è ingeneroso attribuirgli tutte le responsabilità della situazione creatasi, è altrettanto vero che le leggi non scritte del calcio sono inesorabili. Non potendo cambiare all’istante tutti gli uomini che vanno in campo, si cambia chi sta in panchina. Ancora una volta, però, il presidente Rocco Commisso rimane ancorato alla sua idea di fare i conti solo alla fine, rimandando così la decisione dalla grande maggioranza dei tifosi richiesta a viva voce già da qualche partita.

“Io ho la forza per andare avanti” – assicura Montella.  

“Montella ci sarà con Inter e Roma” – dice Pradè.

adv

“Vediamo cosa succede con l’Inter” – commenta il presidente Commisso.

Intanto, però, si vocifera di Rino Gattuso, calabrese come il patron, ma in procinto di passare al Napoli in caso di esonero di Ancelotti.

Le pagelle

DRAGOWSKI 5,5 – Sul primo gol non ha colpe, sul secondo avrebbe potuto fare di più. Qualche parata, una di piede
CACERES 6,5 – Il gioco passa spesso da lui. Oltre ai consueti compiti di copertura, trova pure il primo gol in maglia viola

CECCHERINI 5,5 – Qualche intervento decisivo ma pure delle leggerezze, anche sulla rete di Zaza

MILENKOVIC 5,5 – Complice anche lui nel primo gol subito

DALBERT 5 – Nella difesa a quattro si trova meno a suo agio

GHEZZAL 4 – Apporto insufficiente sia nella fase offensiva che in quella difensiva dato che sulla sua fascia Ansaldi gli va via con facilità

DAL 51’ SOTTIL 5 – Ha la grande occasione di salvare la panchina dell’allenatore che ha mandato a quel paese solo pochi giorni prima ma sotto porta spreca incespicando sul pallone da calciare in rete. Pochi minuti prima aveva impegnato Sirigu

PULGAR 4,5 – Qualche rincorsa tignosa verso l’avversario ma poco più. Non costruisce, né combatte. Apatico

BENASSI 5 – Contro la sua ex squadra non ripete la doppietta contro il Cittadella. Discontinuo, come spesso gli accade

CASTROVILLI 6,5 – Il più dinamico, voglioso, uno dei pochi a crederci

VLAHOVIC 4,5 – Gioca poco per la squadra e pure per se stesso visto che non finalizza

DAL 78’ PEDRO 5 – Pochi minuti a sua disposizione ma quando gli capita il pallone buono lo svirgola

CHIESA 4,5 – A parte un tiro sul portiere nel primo tempo, l’assist per Caceres è l’unica cosa buona di una partita totalmente insufficiente con tante palle perse e atteggiamenti discutibili verso i compagni

ALL. MONTELLA 4 – Come le quattro sconfitte consecutive in campionato. la squadra lo segue ancora?

Presenti dal 1’ minuto
Milenkovic 17

Pulgar, Dragowski 16

Castrovilli 15

Chiesa, Dalbert, Badelj 14

Lirola 12

Caceres 11

Ribery 9

Vlahovic 6

Benassi, Venuti, Sottil 5

Ranieri, Boateng 4

Ghezzal 3

Ceccherini 2

Cristoforo, Terzic, Terracciano 1
Subentranti
Boateng, Vlahovic 7

Ghezzal 6

Sottil, Benassi 5

Pedro 3

Ceccherini, Ribery, Zurkowski, Lirola 2

Venuti, Montiel, Dalbert, Badelj, Ranieri, Caceres, Terzic 1
Marcatori
Vlahovic 4

Castrovilli, Milenkovic, Chiesa, Pulgar (3 rig.) 3

Ribery, Benassi 2
Boateng, Pezzella, Caceres, autorete 1

Marcatori determinanti

Castrovilli 3

Milenkovic, Vlahovic 2

Ribery, Pezzella, Chiesa, Pulgar, Benassi 1
Autorete 1

Ammoniti 
Castrovilli 7

Pulgar 6

Pezzella 5

Milenkovic, Chiesa, Dalbert, Lirola 3

Venuti, Sottil, Boateng, Caceres, Vlahovic, Montella (all.) 2

Ranieri, Dragowski, Terzic, Benassi, Ribery 1

Espulsi

Ranieri, Ribery, Venuti, Montella 1

RESTA SEMPRE INFORMATO, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER