adv

La Fiorentina priva di Pezzella infortunato ritrova Castrovilli e Pulgar scontate le squalifiche ma perde la terza partita consecutiva. Dopo Cagliari e Verona, in casa con il Lecce che ottiene il massimo con il minimo sforzo. Buon inizio di gara con i viola a creare azioni soprattutto sulla fascia destra con Lirola poi calano e l’uscita al termine del primo tempo di Ribery zoppicante non è un buon presagio. A inizio ripresa, infatti, il Lecce passa in vantaggio. Fiorentina confusa, Vlahovic sfiora il gol e Montella gioca negli ultimi venti minuti la carta Pedro ma il brasiliano tira una sola volta in porta, centralmente, per la facile presa del portiere. Il Lecce porta via tre punti da Firenze e, all’uscita dal campo di giocatori e tecnico, il pubblico canta “salta la panchina”. Il futuro di Montella è in bilico, ma Commisso lo conferma, almeno per il momento. Almeno fino alla partita di martedì in Coppa Italia con il Cittadella.

“Questo è il calcio” – dice Rocco Commisso – “Montella? Io non caccio via quando mi gira la testa. Così ho sempre fatto nella vita e vorrei fare nel calcio. Se qualcuno vuole criticare, critichi me. Andiamo avanti giorno per giorno”.

“Quella di stasera è stata una partita diversa dalle due sconfitte precedenti” – dice Vincenzo Montella – “Mi dispiace per tutti”.

adv

Le pagelle
DRAGOWSKI 5,5 –
Rischia la papera all’80’ con un’uscita azzardata e sbaglia grossolanamente un rinvio all’83’. Attento al 42’ sulla punizione dell’ex Petriccione, sul gol non ha colpe
CACERES 5,5 – Intervento decisivo in chiusura al 7’ ma al 43’ con un intervento in scivolata rischia di provocare un calcio di rigore su un pallone da lui perso in precedenza

CECCHERINI 5 – Non era facile giocare al posto di Pezzella. All’88’ perde un pallone a vantaggio di Babacar che non infierisce
MILENKOVIC 5,5 –  Al 3’ pericoloso con un rasoterra e a inizio ripresa con un colpo di testa

LIROLA 6 – Ottimo inizio di gara con tre palloni pericolosi messi al centro dell’area o di poco a lato nei primi dieci minuti, poi commette qualche errore di alleggerimento. Suo il cross per il colpo di testa di Dalbert. In evidente calo nella ripresa

DAL 55’ GHEZZAL 5 – Spreca una buona occasione, non tira in porta quando dovrebbe

BADELJ 5,5 – Il ritmo basso e la tattica attendista del Lecce lo facilitano ma non apre il gioco come dovrebbe

DAL 71’ PEDRO 5,5 – Un tiro centrale e uno sopra la traversa

PULGAR 5,5 – Rientro quasi sufficiente, dovrebbe fare di più

CASTROVILLI 5,5 – Poco incisivo tranne uno slalom a metà ripresa. Ammonito

DALBERT 5,5 – Al 51’ bel cross per la testa di Vlahovic. Un colpo di testa di poco a lato. Nella ripresa sbaglia vari cross

RIBERY 6,5 – Al solito le azioni più importanti partono da lui, tra cui un velo per Vlahovic e un dribbling spettacolare a guadagnare un  calcio di punizione dal limite. Qualche pallone perso e soprattutto l’infortunio sul finire del primo tempo che lo costringe a uscire

DAL 46’ BOATENG 6 – Dall’alto della sua esperienza ci prova a scuotere la squadra

VLAHOVIC 6 – Male l’intesa nel primo tempo con Ribery. Al 51’ ottimo inserimento di testa sul cross di Dalbert e al 54’ il tiro deviato dal portiere in angolo. Al 70’, però, conclude alto da buona posizione. Nel primo tempo un colpo di tacco sotto porta che non inganna il portiere

ALL. MONTELLA 5 – Qualche miglioramento rispetto alle ultime due partite ma il gioco è prevedibile e non è neppure fortunato

RESTA SEMPRE INFORMATO, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER