adv

Dunque l’effetto magico è sospeso. Quell’alone di meraviglia che circondava la Fiorentina, capace di centrare sei risultati utili giocando senza centravanti, al momento non c’è più. La Lazio, più forte, organizzata, esperta, anche aiutata dalla decisione arbitrale di non riconoscere falloso l’intervento di Lukaku su Sottil che porterà al gol vincente di Immobile, rispedisce sulla terra i viola, noni in classifica insieme al Bologna. La giornata, già negativa di per sé per la sconfitta, produce altri problemi per l’immediato futuro ovvero per la trasferta di mercoledì alle 21 a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Contro la Lazio e davanti al Presidente Commisso in tribuna, infatti, escono anzitempo per problemi muscolari Caceres e Lirola, due assenze importanti, soprattutto la prima. Al 97’, poi, al fischio finale dell’arbitro, Ribery, già nervoso per la sostituzione, spintona un guardalinee venendo così espulso e, di conseguenza, squalificato non sappiamo ancora per quante giornate. La crisi della settima partita consecutiva con lo stesso undici iniziale è quindi il congedo di una formazione che aveva sorpreso gli avversari e forse anche se stessa ma nelle ultime gare era apparsa meno innovativa e quindi prevedibile. Nel dopo partita Vincenzo Montella e il ds viola Daniele Pradè si sono lamentati della mancata concessione della punizione per l’intervento su Sottil, senza neppure il ricorso al Var. Quanto alla rabbia di Ribery sostituito, ancora ignari dell’espulsione, hanno praticamente espresso lo stesso concetto: “Bene se è arrabbiato, i campioni vogliono restare in campo”.

Le Pagelle


DRAGOWSKI 7 –
Attento in avvio sul tiro cross di Lulic, non riesce a fermare Correa sul gol. Grande intervento al 24’ a evitare il raddoppio laziale. Bravo al 59’ sul tiro dalla distanza di Lulic. Un rinvio sbagliato. Para il rigore a Caicedo
CACERES 7 – Fin dall’avvio determinato, imperioso di testa. All’11’ nell’area laziale devia di testa a lato la punizione di Pulgar. Un minuto dopo rientra su Lazzari spostandolo con forza di spalla in area, il laziale cade in terra ma l’arbitro fa proseguire. Esce anzitempo per un problema muscolare e la sua assenza si sente

adv

Dal 39’ RANIERI 6 – Appena entrato, viene ammonito per un intervento pericoloso su Lulic. Buono l’intervento difensivo in chiusura primo tempo. Un retropassaggio azzardato in avvio ripresa. Guadagna un angolo dopo un’azione personale a tutto campo. Espulso per doppia ammonizione per il mani che provoca il rigore
PEZZELLA  6 – Sale tardi sul gol di Correa tenendolo in gioco. Ammonito per proteste nel convulso finale
MILENKOVIC 6 – Deciso come sempre, ma la Lazio segna due gol e qualche responsabilità è anche sua

LIROLA 6 – Esce anzitempo per un problema muscolare e guadagna la sufficienza perché comunque avrebbe coperto la fascia meglio di Sottil

Dal 61’ SOTTIL 5 – Un solo grande recupero su Lukaku, nel nuovo ruolo per cui non è ancora pronto come dimostrano i due palloni, persi con lo stesso avversario molto più robusto fisicamente ed esperto, da cui nascono il gol di Immobile (forse viziato appunto da un fallo precedente) e il rigore poi parato da Dragowski

PULGAR 6,5 – Un retropassaggio errato ma per il resto una prova positiva con tanti palloni smistati e il solito incarico su ogni calcio piazzato. Ammonito
BADELJ 5 – Ci teneva a fare bella figura contro la sua ex squadra ma non ci riesce. Perde il pallone da cui nasce il primo gol laziale

CASTROVILLI 6,5 – Sempre nel vivo dell’azione, innesca Ribery per l’azione che porta al temporaneo pareggio. Generoso anche nei recuperi difensivi. Al 78’ un suo tiro parato da Strakosha. Ammonito

DALBERT 5,5 – Impreciso. All’8’ della ripresa dalla sinistra un suo bel rasoterra al centro dell’area su cui per poco non arriva Lirola

RIBERY 6,5 – Pregevole l’assist per il gol di Chiesa. Altre giocate, anche se perde qualche pallone. Al 65’ una bella progressione e, dopo uno scambio con Dalbert, una conclusione a fil di palo. Nervoso per la sostituzione, al fischio finale se la prende con un guardalinee venendo espulso

DAL 74’ BOATENG 5 – Non entra in partita, altra occasione persa

CHIESA 6,5  – Al 14’ con un rasoterra impegna Strakosha in una parata in due tempi ma al 28’ il portiere laziale non ci arriva all’angolino. Cala nella ripresa

ALL. MONTELLA 5 – Sfortunato per gli infortuni di Caceres e Lirola, non azzecca i cambi. Ranieri, pur non giocando male, è ancora acerbo come dimostra la prima ammonizione appena entrato in campo. Sottil appare subito in difficoltà su Lukaku che lo sovrasta fisicamente. La sostituzione di Ribery poi, oltre a comportare un minore tasso tecnico e agonistico con l’ingresso in campo di Boateng, provoca il nervosismo del francese che lo porterà all’espulsione al 97’

foto copertina AC FIORENTINA

RESTA SEMPRE INFORMATO, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER