adv

Come fermare la fame legata alla noia o suddividere i pasti per una corretta alimentazione, cosa mettere a tavola nel rispetto delle diverse fasi di crescita dei nostri figli e come far fronte alla condizione di sedentarietà forzata al tempo dell’emergenza Covid-19. Sono tanti i quesiti ai quali la nutrizionista Alessandra Siglich, che per i Comuni di San Casciano, Barberino Tavarnelle e Greve gestisce la preparazione dei menù nel servizio di refezione scolastica, risponderà all’incontro on line che domani, mercoledì 22 aprile alle ore 17, è previsto nell’ambito del programma di consulenza digitale e gratuita a sostegno della genitorialità.

E’ il secondo appuntamento del progetto “Educare nell’emergenza”, l’occasione di scambio e confronto, promosso congiuntamente dai Comuni di San Casciano in Val di Pesa, Greve in Chianti e Barberino Tavarnelle, in collaborazione con l’Istituto comprensivo Il Principe di San Casciano, rivolto alle famiglie, agli insegnanti e agli educatori. L’iniziativa che ha esordito con una partecipazione di 90 iscritti lancia un nuovo invito ai cittadini per condividere percorsi, esperienze, suggerimenti sulle buone regole da adottare in fatto di alimentazione e rapporto con il cibo in questa difficile fase di reclusione e immobilità fisica. L’incontro on line, allestito sulla piattaforma Cisco Webex, al quale saranno presenti Alessandra Siglich e il coordinatore pedagogico Paolo Borin, si intitola “Alimentazione #iorestoacasa”.

“Ho condensato in cinque punti – dichiara la dottoressa Siglich – i principi da seguire in questa difficile fase per le famiglie costrette a vivere ogni aspetto della quotidianità a casa, nel rispetto delle misure di contenimento indicate dal Decreto ministeriale. Occorre stilare una lista della spesa che eviti sprechi e individui gli alimenti selezionati che dovranno essere il più possibile calcolati, è necessario strutturare in orari precisi i pasti durante la settimana e prestare massima attenzione alla varietà del menù giornaliero usando alimenti di stagione, compatibilmente con gli spazi è importante dedicare una parte della giornata allo svolgimento di esercizi fisici e infine potremmo preparare i pasti con i nostri figli e condividere le emozioni dell’arte culinaria, riscoprendo le ricette della tradizione basate su ingredienti semplici e genuini”.

Nel corso dell’incontro saranno mostrate alcune slides che riepilogano in sintesi le indicazioni fornite dalla nutrizionista. Altro tema che sarà messo sul tavolo della discussione è la corretta ripartizione delle calorie giornaliere. La nutrizionista proporrà alcuni modelli di menù per i diversi momenti della giornata dalla colazione alla cena, la frequenza settimanale dei secondi, l’introduzione di frutta e verdura e le giuste porzioni da somministrare ai bambini, quantificate in grammi. L’incontro web, della durata di circa un’ora, accoglierà domande e richieste di informazioni da parte degli iscritti. Chiunque fosse interessato a partecipare può scrivere all’ufficio stampa del Comune: cinziadugo@gmail.com.