eChiantiShop

Eccellenze, Fiorino d’oro al Farmaceutico Militare di Firenze

Con affetto a Firenze lo chiamiamo Chimico Farmaceutico, la sua storia risale già al 1832, il suo valore sono le infrastrutture, gli impianti di lavorazione, i laboratori ed il dimostrato  know -how che lo rendono prima eccellenza del nostro paese. Oggi Firenze rivolge un messaggio di gratitudine corale a tutte le donne e gli uomini civili e militari che in questi anni hanno contribuito nel confermare il primato dello stabilimento.

Dario Nardella, Antonio Medica

“Quando due anni fa, in questo Salone, abbiamo festeggiato il 50esimo anniversario dell’Alluvione con il presidente della Repubblica Mattarella – ha ricordato il sindaco Nardella – incontrai alcuni Angeli del fango che mi raccontarono una storia che io non conoscevo e che pochi probabilmente conoscono: nei giorni drammatici, immediatamente successivi all’Alluvione, lo Stabilimento rese disponibile la cloramina, sostanza necessaria per rendere potabile l’acqua, e aiutò i fiorentini distribuendo materiale sanitario per affrontare la grave emergenza. In quell’occasione lo stabilimento fu davvero un grande Angelo del fango perché aiutò tutta la città e tutta la comunità ad affrontare un pericolo sanitario, di salute pubblica, molto vasto”

“Un riconoscimento – sottolinea il Presidente della Commissione politiche sociali e della salute, sanità e servizi sociali Nicola Armentano – ad un’istituzione che ha dato la possibilità, a tanti, di continuare ad avere una vita normale come ha raccontato Beatrice nel corso della cerimonia che si è tenuta nel Salone dei Cinquecento, una testimonianza vera ed autentica nel suo racconto emozionante e toccante. Un premio che valorizza la ricerca alla competenza ed a quanto ha fatto il farmaceutico anche per Firenze ed i fiorentini in occasione dell’alluvione. Il Consiglio comunale di Firenze ha approvato, recentemente, una risoluzione per potenziare il ruolo dello stabilimento farmaceutico militare di Firenze nella ricerca e produzione di farmaci “orfani” per la cura di malattie rare. Abbiamo chiesto – aggiunge il presidente Armentano – di potenziare e valorizzare il ruolo dello stabilimento farmaceutico militare di Firenze, in quanto struttura pubblica, nella ricerca di farmaci per la terapia delle malattie rare e per assicurare la disponibilità a costi ridotti dei farmaci “orfani” e altri trattamenti per le malattie rare e ad adeguare, eventualmente, il relativo organigramma dello stabilimento farmaceutico assicurando il personale altamente specializzato e la stabilità delle risorse umane”.

“Sarebbe auspicabile – continua la presidente della Commissione Pari opportunità, Pace, Diritti Umani Serena Perini – che anche il privato possa contribuire a garantire un diritto alle cure che a qualcuno viene negato perché commercialmente non remunerativo. Grazie al farmaceutico e alla professionalità questo è possibile e tanti cittadini possono sorridere e sperare anche di avere, se donna, una maternità come Beatrice”.

“Speriamo – conclude il presidente della Commissione lavoro Cosimo Guccione – che il conferimento del Fiorino d’Oro contribuisca a portare nuovo personale e a garantire il turn over di quello presente”

Lo stabilimento chimico farmaceutico militare di firenze oltre ad offrire una pronta e sicura risposta alle esigenze delle forze armate, si conferma struttura d’eccellenza nel campo della ricerca produzione a sostegno delle patologie rare.

 

Milko Chilleri

View posts by Milko Chilleri
Giornalista e VideoReporter, i miei primi compagni il video e la musica, mixati alla certezza che il suono e l'immagine riescono a parlare con tutti.
Scroll to top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: