Si è conclusa domenica la due giorni di sport e inclusione sociale della manifestazione Different To Play che tramite dimostrazioni e prove pratiche, sia sportive che socioculturali hanno fatto goal nell’obbiettivo di ribaltare i pregiudizi e mettere alla prova lo slancio sportivo di tutti coloro che hanno “giocato in modo differente”, cimentandosi nelle più disparate discipline, come ad esempio la boxe in carrozzina che ha visto come primo partecipante proprio l’assessore allo sport Cosimo Guccione, oppure marciapiede didattico che ha visto l’assessora al sociale Sara Funaro seguire percorso bendata, o ancora la danza in carrozzina che, nonostante un sabato caldissimo, ha coinvolto oltre volontari di tutte le associazioni presenti ( ben 33 ) anche il pubblico e gli organizzatori lanciando l’evento in un boom di presenze ed in un susseguirsi di dimostrazioni, prove e giochi coinvolgenti.

Una manifestazione sempre in movimento, con ampia scelta di attività e moltissimi giovani che hanno abbracciato la filosofia degli organizzatori calandosi nei panni di disabilità diverse. Anche l’assessora Benedetta Albanese, presente con il progetto della Polizia Municipale del camper della legalità, ha voluto mettersi alla prova con il tennis, il basket in carrozzina, lo show-down e perché no anche il baseball per ciechi.

La domenica ha visto il pienone, riempiendo le due sponde dell’Arno e il ponte della passerella verso l’isolotto di persone per le attività in Arno con la Scuola Italiana cani di salvataggio e le simulazioni di salvataggio, i Canottieri Comunali di Firenze e la Lega Navale Firenze-Prato che ha trasportato i partecipanti in un’esperienza sensoriale di cecità, oltre alle attività nel piazzale con la premiazione delle partite di calcio integrato che ha visto coinvolti circa trenta ragazzi di associazioni diverse, le dimostrazioni della Scuola Nazionale cani guida per ciechi, le partite di basket e di tennis con l’Associazione Nazionale Stelle al Merito Sportivo, le diverse attività della Po.ha.fi, la scherma sia in carrozzina che per ciechi, il Judo e il Karate… e molte altre. Sono stati incuriositi dall’evento anche l’assessora Cecilia del Re che ha parlato di turismo ed accessibilità con la Bandiera Lilla e il campione paraolimpico del nuoto, neo vincitore della medaglia di argento, Simone Ciulli.

Gli organizzatori commentano: “non ci aspettavamo così tante presenze e neanche che in così tanti fossero disponibili a mettersi su una sedia a rotelle o a farsi bendare per poter praticare un’attività” continua Alessandro: “Siamo felici di aver avuto un così forte e bel riscontro da le tante famiglie che ci hanno raggiunto “ conclude Noemi “ vorremmo ringraziare tutti coloro che hanno aderito alla nostra iniziativa e che hanno creduto in ciò che abbiamo messo in campo dandoci la possibilità di realizzare le nostre idee. Un ringraziamento particolare va CISOM- Gruppo Firenze, Parte Guelfa, Misericordia di Badia a Ripoli, P.A. Humanitas Firenze, Croce Rossa Italiana- Comitato di Bagno a Ripoli e di Firenze che con la loro collaborazione hanno mostrato il volto migliore del nostro paese: il volontariato! Visto il grande afflusso di persone e il positivo riscontro, non ci resta che aspettarvi tutti il prossimo anno!”.

close
adv