Contributi alle pro loco, via libera alla legge  

Approvato il testo presentato dall’Ufficio di presidenza. Eugenio Giani: “Importante dare un segnale, realtà fondamentali per l’identità comunale”.

L’assemblea regionale ha approvato a maggioranza la proposta di legge d’iniziativa dell’Ufficio di presidenza che assegna un contributo di 330 mila euro alle pro loco toscane che presentino progetti per valorizzare la promozione culturale e turistica locale. Il contributo, una tantum, è riferito al solo 2018. “Si intende dare un segnale a realtà fondamentali sul piano dell’identità locale e per le realtà territoriali della Toscana”, ha spiegato il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani.  La legge è stata approvata con 22 voti a favore, 3 contrari e 4 astenuti.

Oggi ci sono sette regioni che hanno dedicato una specifica legge alle pro loco, ha ricordato il presidente Giani. “Anche noi dovremo arrivare a una legge”, ha aggiunto, precisando che la legge per il contributo “formula criteri equanimi: non si entra nel merito dei progetti presentati”.

I contributi saranno concessi sulla base del numero delle domande validamente presentate a seguito della pubblicazione di avviso pubblico. Il contributo una tantum del Consiglio regionale sarà erogato entro il 31 dicembre 2018 ed entro il 31 dicembre 2019 tutti i soggetti beneficiari dovranno presentare una relazione sull’impiego dei fondi. La legge entrerà in vigore il giorno successivo alla pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana.

Tommaso Fattori (Sì Toscana a Sinistra) ha motivato il proprio voto contrario affermando, tra l’altro, che “non è compito del Consiglio regionale finanziare associazioni” e ha parlato di “contributi a pioggia”. Gabriele Bianchi (M5S) ha annunciato il voto di astensione  e ha richiamato l’opportunità di una regolamentazione per legge di “realtà importantissime”, quali sono le pro loco. Per Marco Casucci (Lega, componente dell’Ufficio di presidenza), che ha votato a favore, è importante “produrre fatti, dando inizio a un percorso di maggiore attenzione del Consiglio verso queste realtà”. Monica Pecori (Gruppo Misto-Toscana per tutti) ha annunciato il voto contrario: “Se si vuole un progetto di rilancio delle pro loco nella promozione turistica si deve fare una legge specifica”.

redazione rossorubino

View posts by redazione rossorubino
La redazione di rossorubino.tv aggiorna quotidianamente il webmagazine con notizie dalla Toscana
Scroll to top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: