adv

Il Centro storico di Carrara è teatro di una esposizione “diffusa”,  PARKOUR, l’arte in movimento è infatti l’itinerario di 30 mostre che ospitano 50 artisti nell’estate del capoluogo apuano.

Un’occupazione temporanea, da parte di artisti e studenti dell’Accademia di Belle Arti, di fondi commerciali abitualmente sfitti. PARKOUR allude a un percorso, ma anche a una strategia di autodifesa, di attraversamento e di “resistenza urbana”.

adv

Gli atelier, sulle direttrici tra Via Carriona e il CAP collegano così idealmente e visivamente le sedi delle principali mostre: quella di Andrea Aquilanti all’Ex-Ospedale di San Giacomo, di Remo Salvadori alla Chiesa delle Lacrime, di Maura Banfo nell’Aula Magna del Liceo Artistico e di Daniel Spoerri al CAP, passando per l’Accademia di Belle Arti, dove sono ospitate un’installazione di Spoerri e un’opera di Salvadori.

RESTA SEMPRE INFORMATO, ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER