Biblioteca di San Casciano, al via i lavori di riqualificazione

Interventi di edilizia scolastica, ampliamento della biblioteca e risistemazione delle aree verdi nelle scuole. L’ampio progetto di riqualificazione che mira a dare un volto nuovo al futuro di San Casciano, creando nuove opportunità nel settore educativo e culturale, inizia a prendere forma. Partirà tra alcuni giorni il cantiere finalizzato alla realizzazione dell’intervento di ampliamento della biblioteca comunale. Un investimento pari a quasi un milione di euro, sostenuto dal governo nell’ambito del Bando Periferie e progettato dalla giunta Pescini con l’obiettivo di dotare il territorio di nuovi spazi pubblici, più ampi e confortevoli, dove coltivare passioni, interessi e talenti.

Il progetto di ampliamento e ristrutturazione della biblioteca comunale, firmato dall’architetto del Comune Francesco Pruneti, offre una risposta concreta alle esigenze della comunità e al considerevole incremento in termini di iscritti, prestiti e fruizione delle sale lettura. Il Comune si propone di potenziare il servizio aumentando quasi del doppio il numero delle postazioni attuali che si attesta intorno alla quarantina. “Con questo investimento – spiega il sindaco Massimiliano Pescini – l’amministrazione comunale punta alla valorizzazione della Cittadella della Cultura, un’area del centro storico dove, oltre alla sala lettura, sono concentrati il museo, il teatro e la casa delle associazioni”.

Pensato come un laboratorio delle idee dedicato agli studenti, ai bambini, alle famiglie e ai bibliofili di ogni età e provenienza, il restyling della biblioteca prevede nuovi spazi gioco per i più piccoli.  “L’obiettivo – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Ciappi – è quello di aggiungere un tassello importante al polo culturale di via Roma, il progetto si ispira ai modelli delle biblioteche delle grandi città d’Italia, amplieremo le sale letture aumentando in maniera consistente le postazioni e realizzeremo spazi gioco attrezzati per i più piccoli”. Il progetto segue l’intervento effettuato che ha previsto la pedonalizzazione e la rivitalizzazione di via Roma con l’apertura della casa delle associazioni. Mettere al centro dell’attenzione il bisogno dello studente in uno spazio accogliente e sicuro. E’ questo l’obiettivo del Comune che si prepara a tradurre in realtà un altro importante progetto in materia di edilizia scolastica. Sono iniziati i lavori per la realizzazione della nuova scuola dell’infanzia del Bargino. Una delle opere più importanti del mandato che l’amministrazione comunale potrà realizzare con una spesa pari a 980mila euro. Si tratta della costruzione di un nuovo edificio su un terreno adiacente a quello che ospita la scuola attuale, la cui struttura richiede un intervento radicale per l’adeguamento alla normativa antisismica.

“Abbiamo programmato questo investimento – dichiara l’assessore Ciappi – per creare una nuova struttura che rispetti le normative in materia antisismica e rispondere alla richiesta di migliorare il servizio”. Suddiviso in più stralci, l’intervento prevede anche la realizzazione di un ampio parcheggio a servizio della frazione, nel centro del paese, “che risponderà anche alle esigenze di nuovi posti auto – aggiunge l’assessore – per i cittadini e gli esercizi commerciali”. Altra risorsa destinata alla riqualificazione delle scuole, che ammonta a 220mila euro, è il contributo complessivo ottenuto dal governo, nell’ambito del bando sulle periferie. L’intervento, già partito, consentirà di migliorare le aree esterne delle scuole dell’infanzia del capoluogo, di Montefiridolfi, San Pancrazio, Cerbaia e del nido di Mercatale.

redazione rossorubino

View posts by redazione rossorubino
La redazione di rossorubino.tv aggiorna quotidianamente il webmagazine con notizie dalla Toscana
Scroll to top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: