“Banksy. This is not a photo opportunity”, la mostra a Firenze

Fino al 24 febbraio 2019 a Palazzo Medici Riccardi oltre venti immagini esposte, "black books" e poster originali per scoprire l'artista anonimo più famoso del mondo

Anonimo in un mondo di celebrità, Banksy è uno degli artisti contemporanei che più riesce, con un linguaggio semplice e d’impatto, a creare opere di straordinaria potenza etica, evocativa e mediatica.

Capace di manipolare i codici comunicativi della cultura di massa, intelligente, ironico e poetico, è ritornato al centro del dibattito culturale internazionale pochi giorni fa quando, da Sotheby’s, il suo quadro in asta Baloon Girl si è autodistrutto scivolando attraverso un tritadocumenti nascosto nella cornice.

La mostra a Palazzo Medici Riccardi “Banksy. This is not a photo opportunity”, curata da Gianluca Marziani e  Stefano Antonelli, raccoglie 25 immagini (di 46 complessive stampate a Londra fra il 2002 e il 2009) della produzione artistica di Banksy. Ogni immagine è corredata da un testo a comporre una narrazione analitica della carriera dello street artist originario di Bristol.

La condanna delle atrocità della guerra, dell’inquinamento, del maltrattamento degli animali e del consumismo: tematiche centrali delle sue opere realizzate nelle strade delle capitali dell’economia mondiale, sui muri delle città martoriate dai conflitti armati. Graffiti e stencil come atti di ricostruzione del bello, della partecipazione, della riconquista degli spazi pubblici.

Da Turf War, Churchill in versione Punk, a Soup Can che richiama Andy Warhol, a Napalm (Can’t beat that feeling), l’opera che rielabora la celebre fotografia della guerra in Vietnam in cui si vede Kim Phuc, la bambina che scappa dal napalm, tenuta per mano da Ronald Mc Donald e Mickey Mouse.

Anche se esporre la street art in un museo può apparire un controsenso, la mostra a Palazzo Medici Riccardi, in una città come Firenze che proprio sulla strada ha espresso molta della sua arte rinascimentale e ospita diversi street artists fra cui Clet, Exit Enter, Blub, offre l’opportunità a un vasto pubblico di conoscere in maniera comprensibile e approfondita il lavoro di Banksy dagli anni Novanta fino ad oggi.

 

“Banksy. This is not a photo opportunity” a cura di Gianluca Marziani e Stefano S. Antonelli, promossa e  prodotta dall’Associazione MetaMorfosi, con il Patrocinio della Città Metropolitana di Firenze, il sostegno della Regione Toscana e la collaborazione di Muse

Dal 19 ottobre 2018 al 24 febbraio 2019
Palazzo Medici Riccardi, Via Cavour, 3
Firenze

Stefano Casprini

View posts by Stefano Casprini
Stefano Casprini autore per eChianti e Rossorubino.tv. Dal 2011 collabora con testate del Chianti e del territorio fiorentino
Scroll to top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: