Oltre 12.000 soci, Indici in crescita e un importante segno positivo nel bilancio, il Banco Fiorentino incontra e presenta ai suoi associati i numeri di un 2019 davvero positivo. L’istituto di credito cooperativo, nato dalla fusione delle Bcc di Mugello, Signa e Impruneta e che ha investito con convinzione nel gruppo Iccrea, oggi ci colloca al 9° posto come azionista del gruppo.

“Questo è per noi un motivo di soddisfazione per i nostri soci e rassicurazione per i nostri depositanti” – racconta Paolo Raffini, presidente Banco Fiorentino – “ma anche una soddisfazione per noi amministratori, perché non è sempre così scontato che una banca vada bene.”

 “I tempi stanno cambiando, ma il nostro scopo è sempre quello di rimanere vicini al territorio e alle nostre radici.” – racconta Stefano Romanelli, vice presidente vicario Banco Fiorentino – “Stasera infatti siamo proprio qui in questa sala a due passi dalla nostra sede storica di Impruneta dove è nata la banca 105 anni fa.”

Nel corso della serata svolta presso il Cinema Buondelmonti ad Impruneta presentati anche i molti investimenti a sostegno delle attività sul territorio chiantigiano.

“Quel terzo settore fondamentale nelle nostre piccole comunità” – prosegue Raffini – “nel corso del 2019 infatti abbiamo elargito oltre 500.000€ di contributi a favore di associazioni, parrocchie, nella cultura, nelle misericordie ecc..”

close
adv