Al Parco Pertini torna l’Arezzo Celtic Festival

Un tuffo indietro nel tempo nel magico mondo dei celti. Da venerdì 27 a domenica 29 luglio torna l’Arezzo Celtic Festival che, giunto al suo quinto anno di attività, si presenta al pubblico con un’edizione rinnovata e particolarmente ricca nell’intento di dar vita ad una rievocazione storica e folclorista capace di attirare ad Arezzo migliaia di appassionati e curiosi da tutto il centro Italia. La prima novità riguarda proprio la location: grazie al patrocinio del Comune di Arezzo il Celtic Festival quest’anno sarà ospitato dal Parco Pertini, uno dei più suggestivi polmoni verdi della città a pochissimi passi dal centro storico. Una collocazione strategica, e facilmente raggiungibile a piedi o con i mezzi, che permette al festival di espandersi e raddoppiare il numero dei propri eventi ricostruendo, all’interno del parco di via Giotto, un vero e proprio micro-universo celtico in cui, passeggiando tra menhir e accampamenti storici, sarà possibile partecipare a tornei, visite guidate, conferenze e laboratori dedicati ad adulti e bambini di tutte le età.

“Il Celtic Festival fa ormai parte degli appuntamenti dell’estate aretina. Ogni anno raccoglie sempre più pubblico e consensi ed era giusto che avesse come location un parco più grande e significativo, che possa aiutare la manifestazione a fare il salto di qualità” ha esordito l’assessore Marcello Comanducci.

Prevista alle 19 di venerdì 27 luglio l’inaugurazione che vedrà la presenza delle istituzioni e le emozionanti esibizioni del Gruppo Musici e degli Sbandieratori che apriranno ufficialmente le danze della tre giorni celtica.

“Rigorosamente ambientati nel passato, i villaggi e gli accampamenti del Parco Pertini saranno inoltre animati da centinaia di figuranti che, vestiti con costumi ed accessori tradizionali, guideranno tutte le attività rievocative del festival, dai tornei alle celebrazioni rituali dell’antico matrimonio celtico. Grande attesa anche per gli spettacoli e la sezione dedicata alla musica dal vivo che, quest’anno, porterà ad Arezzo generi musicali molto diversi tra loro, suonati dai più grandi artisti della scena nazionale ed internazionale” ha detto Mauro Melis.

“Tra questi spiccano l’arpa celtica del maestro Adriano Sangineto, il rock celtico dei Mortimer and McGrave, le cornamuse erranti dei Siegel Senones e le tradizionali sonorità irlandese dei The Hidden notes. Per quanti vorranno scavare nel profondo della cultura celtica non mancheranno incontri e conferenze incentrate sul mondo dei druidi e sullo sciamanesimo, workshop di danza irlandese e arpa magica, mentre un’intera area del parco sarà dedicata agli stand enogastronomici che, aperti a pranzo e a cena, sapranno deliziarci con birre artigianali e ricette antiche. Da non perdere anche la Celtic Summer School, una sorta di breve campo solare per bambini che, nelle mattine di sabato e domenica, permetterà loro di viaggiare tra le pieghe della storia” sono entrati nel dettaglio, concludendo, Lorenzo Roggi e Roberto Bardelli.

(foto fb Arezzo Celtic Festival)

Per servizi di noleggio, esperienze nel Chianti, e degustazioni su www.enjoychianti.com

redazione rossorubino

View posts by redazione rossorubino
La redazione di rossorubino.tv aggiorna quotidianamente il webmagazine con notizie dalla Toscana
Scroll to top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: