Agricoltura, il vino traina la ripresa [VIDEO]

Nel corso della presentazione del bilancio 2018 del Banco Fiorentino emerge l'ascesa, nella provincia di Firenze, del settore primario

Tartufi Calugi Verticale

 

Segno ‘più’ per l’agricoltura nella provincia di Firenze, i dati emergono dall’Istat e trovano conferma nel corso della presentazione del bilancio del Banco Fiorentino, premiato l’export e l’eccellenza in ogni settore.

“Bene il settore metalmeccanico, il turismo, il settore vitivinicolo e l’agricoltura di qualità” – dichiara Paolo Raffini, presidente del Banco Fiorentino – “questi settori stanno indubbiamente attraversando un momento favorevole.”

Bene in particolare il settore vitivinicolo, in forte ascesa anche grazie agli elevanti standard qualitativi raggiunti negli ultimi anni.

“I segnali che abbiamo noi ci parlano di un settore in crescita e sviluppo,” – prosegue Ruffini – “il nostro vino è molto apprezzato dai consumatori italiani e in particolare dall’estero.”

Una banca presente e al servizio del territorio, in particolare di quei produttori che mettono al primo posto ricerca e innovazione.

“I piccoli produttori vitivinicoli hanno anche bisogno di rinnovare le viti, i loro impianti” – dichiara Roberto Castellani, vice direttore generale Banco Fiorentino – “e di conseguenza di sostegno economico che gli aiuti in questo processo di ammodernamento della loro materia prima.”

All’interno del nuovo gruppo bancario cooperativo italiano, nasce anche una sezione riservata agli investimenti e attività di supporto al settore primario.

“Un settore sul quale porre attenzione, che ha vantaggi e  agevolazioni sia a livello europeo che a livello italiano – prosegue Castellani – che richiede una serie di meccanismi che hanno bisogno di supporto amministrativo ed economico.”

Insomma, l’agricoltura in provincia di Firenze sconfigge la stagnazione, e si rilancia come traino produttivo della nostra regione.

Nato dalla fusione di tre BCC con cento anni di esperienza nel settore della cooperazione di credito, l’istituto di credito ha la sede della direzione generale a Calenzano ed estende la sua operatività dall’alto Mugello alle colline del Chianti, da Firenze fino a Pisa, passando dalla Piana fiorentina, all’empolese val d’Elsa, al comprensorio del cuoio.

eChiantiShop

Milko Chilleri

View posts by Milko Chilleri
Giornalista e VideoReporter, i miei primi compagni il video e la musica, mixati alla certezza che il suono e l'immagine riescono a parlare con tutti.
Scroll to top
Fondazione Firmo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: