adv

E’ sicuramente uno dei momenti più attesi del mese di ottobre a Scarperia e San Piero, il Gran Mugello day si conferma evento per eccellenza che coniuga perfettamente innovazione e tradizione nel settore enogastronomico.

“Un evento che serve a promuovere ancora di più quella che è la nostra principale attività,  l’agroalimentare, senza dimenticare la nostra tradizione, – spiega Federico Ignesti, sindaco di Scarperia e San Piero – tutto però attraverso l’innovazione perché essere attuale serve alla valorizzazione”.

Come ogni anno Palazzo dei Vicari di Scarperia è stata la splendida cornice della festa in onore di una prima eccellenza di questo territorio, il Gran Mugello Ubaldino, formaggio a pasta semicotta conosciuto e apprezzato anche nel nuovo continente.

Ospite d’eccezione di questa 9° edizione lo chef della Casa Bianca Guy Mitchel, (Guest Chef the White House) che ormai da molti anni utilizza nella sua cucina i formaggi toscani come il Gran Mugello Ubaldino.

Guy Mitchell e Luigi Bolli
Guy Mitchell e Luigi Bolli

“Io sono qua perché apprezzo l’artigianalità del prodotto, so che in Italia prodotti come questi arrivano da un lungo lavoro, – racconta lo Chef americano – in America la vita è diversa, tutto è molto veloce, c’è meno attenzione per queste cose. Apprezzo questa importanza che gli italiano danno al cibo, alla tradizione e alla cultura.”

“Questa è un’occasione per ricordare il duecentesimo dell’apertura della sede consolare degli Stati Uniti di Firenze, – ci tiene a ricordare Luigi Bolli della Storica Fattoria Il Palagiaccio – dobbiamo riflettere su chi è  l’alleato più affidabile nel mondo per l’Italia, al di là dei presidenti, che cambiano.”

Nel corso della festa presentata anche la Pallacanestro Femminile Firenze, squadra che milita nel campionato di serie B e impegnata nel difficile percorso per salire in A2.

Poi spazio ai blogger con la premiazione della quinta edizione del contest Latti da Mangiare; anti gli iscritti da tutta Italia, a loro indicazioni ben chiare, solo prodotti a km 0.

“Quest’anno le tematiche erano la pizza, il risotto e il dolce al cucchiaio. Le vincitrici hanno valorizzato nei loro menu i prodotti provenienti da piccoli artigiani, da fattorie come le nostre ma anche da altre”, spiega Carlo Bolli, della Storica Fattoria Il Palagiaccio.

“Sia per l’impasto della pizza che per il dolce ho utilizzato farine macinate a pietra di antichi grani toscani e tutti gli ingredienti che ho scelto, anche per la farcia della pizza, sono del contadino e comunque di stagione”, racconta Consuelo Sisty, foodblogger autrice del blog I biscotti della zia e vincitrice del contest.

Elenco Vincitori “Latti da Mangiare 5.0”

Menzione Speciale: Migliore pizza gourmet

SARA GUIDA – PER AMORE CIBO IN VIAGGIO

Menzione Speciale: Migliore risotto

FILIPPO CINI – FILOS DIARY

Menzione Speciale: Miglior dolce al cucchiaio

ANGELA BRONCHINETTI – MACEDONIA DEI SAPORI

Menzione Speciale: Migliore storytelling

ANNA E SEBASTIANA FERRO – PASTICCIANDO INSIEME

Menzione Speciale: Miglior scatto fotografico

FRANCESCA CIMARELLI – PANE VINO E ZUCCHERO

TERZO ASSOLUTO MIGLIOR MENU’ DEL CONTEST

ELISABETTA CUTURELLO  – CAKES & CO

SECONDO ASSOLUTO MIGLIOR MENU’ DEL CONTEST

FILIPPO CINI – FILOS DIARY

VINCITORE ASSOLUTO MIGLIOR MENU’ DEL CONTEST

SISTY CONSU – I BISCOTTI DELLA ZIA