Il personaggio di Enrico IV, del quale nessuno mai pronuncia il vero nome, quasi a volerlo ancorare ulteriormente alla sua identità fittizia, è vittima non solo della pazzia (prima vera poi inscenata), ma anche dell’impossibilità di adeguarsi alla realtà degli altri. Enrico IV è un’indagine sull’origine della follia e sul tema della relazione, complessa fino a diventare inestricabile, tra personaggio e uomo, maschera ed essenza. Pirandello pone l’attenzione della sua opera sulla vita che senza l’artificio, ossia la maschera, non potrebbe essere vissuta.

da venerdì 11 a domenica 13 dicembre – ore 21.15

regia Franco Branciaroli

con Melania Giglio, Valentina Violo, Tommaso Cardarelli, Giorgio Lanza, Antonio Zanoletti, Sebastiano Bottari, Mattia Sartoni, Pier Paolo D’Alessandro, Andrea Carabelli, Giovanni Battista Storti

scene e costumi Margherita Palli luci Gigi Saccomandi

produzione CTB Teatro Stabile di Brescia/Teatro de Gli Incamminati

Teatro dei Rinnovati, Siena

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: