Home » Ultimi Articoli » Musica e spettacoli in Villa Medicea
Archivio

Musica e spettacoli in Villa Medicea

[cml_media_alt id='6597']La Gioconda il mistero dell'identità svelato da una storia d'amore[/cml_media_alt]

Fino a primavera in inoltrata si svolgerà a Quarrata (Pistoia) la quinta edizione de “La Magia della Musica”, organizzata dal Comune di Quarrata presso il salone affrescato della Villa Medicea La Magia.

Il 21 febbraio sarà la volta di “Two Timeless Piano”, l’omaggio di due pianisti, Daniele Biagini e Antonino Siringo, senza etichette, ma di grande talento, ad una musica senza confini. Per la prima volta nel salone affrescato della villa, risuoneranno insieme le note dei due pianoforti storici, gli Steinway & Sons che da oltre settanta anni abitano quel luogo.

E poi ancora, domenica 13 marzo, “Talismano, concerto di arpa celtica e arpa baldica”, protagonista Vincenzo Zitello, concertista a livello mondiale e assoluta autorità artistica nel campo dell’arpa celtica.

La stagione musicale a Villa La Magia si chiude domenica 10 aprile con “Andrea di Cesare e Amelie Projet”, Andrea di Cesare al violino elettrico e Valentina Ambrosiano al pianoforte, in una collaborazione creativa e divertente che esegue musiche da film, di grandi compositori, in una versione mai ascoltata prima.

Il tea delle cinque
Alla fine dei concerti sarà offerto a tutti i partecipanti una degustazione di tea e di torte preparate dalle cuoche della mensa comunale.

Info e biglietti
I concerti sono riservati a n. 100 spettatori.
Ingresso concerti euro 10,00 posto unico non numerato

I biglietti possono essere acquistati in prevendita presso:
Biblioteca Multimediale “Giovanni Michelucci”
Piazza Agenore Fabbri Quarrata
Tel. 0573 774500

  • La Villa

Col passare degli anni, all’incirca tra il 1427 e il 1465, la torre viene inglobata all’interno di un edificio più complesso, con i diversi ambienti organizzati attorno ad un cortile centrale.

Tutte le proprietà della famiglia dei Panciatichi vengono però vendute all’incanto, nel momento in cui sono i Cancellieri ad avere la meglio, conquistando il controllo di Pistoia e del suo territorio. E’ in questo momento che il destino della Magia si lega a quello dei Medici: nel 1583 infatti il granduca Francesco I de’ Medici acquista la Magia con tutti i suoi possedimenti.

Il cortile interno

Villa “La Magia” entra così a far parte del sistema, che si stava già da qualche tempo costituendo sul Montalbano e non solo, delle Ville Medicee.

L’acquisto da parte di Francesco I de’ Medici di “Villa la Magia” prosegue il piano paterno di espansione territoriale. Dopo i primi acquisti nella zona da parte di Lorenzo il Magnifico, Francesco I tra il 1574 e il 1587 costruisce la villa di Pratolino, acquisisce quella di Marignolle e trasforma le ville di Cerreto Guidi, di Lappeggi e della Magia; mentre Ferdinando I, che succede al fratello nel 1587, completa il sistema delle ville medicee con l’Ambrogiana, la Petraia e le ville di Castello, Artimino e Montevettolini.

E’ questo il periodo più significativo forse della storia della Magia, che diventa un tassello importante nel panorama delle proprietà della famiglia de’ Medici, soprattutto in relazione alla vicinanza del Barco Reale Mediceo.

Villa La Magia e il Barco Reale Mediceo

Proprio il Buontalenti, in quanto architetto ufficiale del granduca Francesco I, si occupa probabilmente della ristrutturazione della villa e della realizzazione del lago artificiale,  che vediamo rappresentato nella lunetta di Giusto Utens.

Lunetta Giusto UtensLa Magia diviene quindi importante punto d’appoggio per le battute di caccia nel vicino Barco Reale, bandita di caccia della famiglia realizzata al centro di alcuni importanti possedimenti medicei, che costituiscono un valido sistema per l’amministrazione il controllo delle proprietà, all’interno del già forte dominio mediceo nella zona del Montalbano.

E’ proprio al ritorno da una battuta di caccia, che l’imperatore Carlo V si reca in visita alla Magia nel maggio del 1536, come ci testimonia la “brocca di rame” da cui quest’ultimo avrebbe bevuto e tutt’oggi conservata all’interno della villa.

La funzione della Magia rimane così fortemente legata al “Barco Reale Mediceo”, istituito ufficialmente nel 1626 da Ferdinando II, fino al 1645, anno in cui la villa viene acquistata dalla famiglia Attavanti.

[cml_media_alt id='6597']justbeautiful_F.I.R.M.O.[/cml_media_alt]

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri 450 iscritti.

EnglishItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi